La Cina raddoppia la capacità di energia rinnovabile nel 2020

E-mail Stampa PDF

bambini palloncinirossidi Resumen Latinoamericano

da https://www.resumenlatinoamericano.org

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

La Cina prevede di aumentare le fonti di energia non fossili (15%-25% del totale), con l'obiettivo di raggiungere il picco delle emissioni di carbonio entro il 2030; anche gli impianti a carbone si espanderanno (11 GW pronti, 53 GW previsti)


La cifra del 2020 della Cina è superiore ai 60,4 GW di nuova capacità eolica a livello globale nel 2019, secondo il Global Wind Energy Council La Cina cercarà di aumentare la quota di combustibili non fossili nel suo consumo di energia primaria al 25% entro il 2030, dal 15% nel 2020.

Come mostrano i dati del governo la Cina ha più che raddoppiato la costruzione di nuove centrali eoliche e solari nel 2020 rispetto all'anno precedente, riflettendo l'impegno di Pechino a ridurre la dipendenza dai combustibili fossili e portare le emissioni di carbonio a un picco entro un decennio.

La Cina, il più grande emettitore di gas serra del mondo, ha aggiunto 71,67 gigawatt (GW) di capacità di energia eolica l'anno scorso, il massimo e quasi il triplo dei livelli del 2019, secondo i dati pubblicati dalla National Energy Administration (NEA) mercoledì sera.

La cifra del 2020 della Cina è superiore ai 60,4 GW di nuova capacità eolica aggiunta a livello globale nel 2019, secondo i dati del Global Wind Energy Council. La nuova capacità di energia solare è tornata ad aumentare nel 2020 a 48,2 GW dopo essere diminuita per due anni consecutivi, come mostrano i dati, battendo una precedente stima del settore di 40 GW.

L'aumento è arrivato mentre la Cina ha annunciato la fine delle sovvenzioni per i nuovi progetti di energia eolica onshore dal 2021. Il governo si è impegnato ad aumentare la quota di combustibili non fossili nel suo consumo di energia primaria al 25 per cento entro il 2030, come ha detto il presidente Xi Jinping il mese scorso.

La Cina aumenterà anche la sua capacità eolica e solare totale installata a 1.200 GW, ha aggiunto Xi. Entro la fine del 2020, la Cina aveva 281,5GW di capacità di generazione eolica e 253,4GW di capacità di generazione solare, secondoi dati NEA.

"La costruzione record di energia eolica da parte della Cina e la continua crescita dell'energia solare rendono il paese una destinazione top per gli investimenti stranieri in energia pulita", ha detto Jeanett Bergan, un dirigente del più grande fondo pensione norvegese, KLP.

La Cina ha continuato a costruire nuova capacità di potenza termica nel 2020, come mostrano i dati, portandola a un massimo di cinque anni di 56,37 GW. La NEA non ha suddiviso la cifra in progetti di energia a gas e a carbone.

Gli studi hanno dimostrato che la Cina ha completato 11GW di nuova capacità di potenza a carbone nella prima metà del 2020, avendone altri 53GW, nella sua pipeline, di progetti pianificati.

"La Cina dovrebbe smettere di costruire centrali a carbone il più presto possibile", ha detto Zou Ji, direttore dell'Energy Foundation China. "Questi sono i requisiti degli obiettivi di neutralità del carbonio".

Gli esperti dicono che l'utilizzo medio delle centrali a carbone è ora meno di 4.000 ore in Cina, ben al di sotto del livello progettato di 5.500 ore, con le reti che danno la priorità a fonti alternative di elettricità più pulite.