Internazionale

Giorno della vittoria. La traduzione integrale del discorso di Putin

E-mail Stampa PDF

Putin bandieradi Marinella Mondaini

da https://www.lantidiplomatico.it

La mia traduzione dello strepitoso discorso di Putin e il monito al mondo.

La Festa della Vittoria era, è e sarà per la Russia, per il nostro popolo sacra! Una vittoria di significato colossale e storico per i destini di tutto il mondo. Il popolo sovietico ha liberato l'Europa dal nazismo. La Vittoria è nostra, ci appartiene di diritto. Nostra - di noi che abbiamo spezzato, sgominato e vinto il nazismo, - noi eredi della generazione dei vincitori, generazione che noi onoriamo e di cui andiamo fieri. Noi ricorderemo sempre che questo grandioso atto eroico l’ha compiuto proprio il popolo sovietico, nel periodo più difficile della guerra, nelle battaglie che furono decisive per l’esito della lotta col fascismo il nostro popolo era solo, solo sul cammino estremamente difficile, disseminato di vittime verso la vittoria, si è battuto eroicamente fino alla morte su tutti i fronti, in battaglie furiose in terra, mare e cielo. Il nostro popolo, di ogni nazionalità e fede religiosa ha combattuto per ogni centimetro della propria terra: nei campi sotto Mosca, fra le rocce della Carelia, delle montagne del Caucaso, dei boschi di Vjasma e Novgorod, oltre le rive del Baltico e del Dnepr, nelle steppe del Volga e del Don ...

Leggi tutto...

Il Pcc ha migliorato la vita della popolazione cinese. Intervista a F. Maringiò sulla TV di stato cinese

E-mail Stampa PDF

Francesco maringiòdi Francesco Maringiò

In vista del centenario di fondazione del Pcc, la Tv di stato cinese ha intervistato esperti e studiosi della Cina per chiedere la loro opinione sulle condizioni di vita della popolazione, a seguito della politica adottata dal Partito Comunista. 

Leggi tutto...

La politica internazionale arenata sul “Genocidio” virtuale in Xinjiang

E-mail Stampa PDF

cina coronavirusdi Maria Morigi

Prevenzione e repressione del delitto di genocidio (previsto dall’Assemblea delle Nazioni Unite del 1948) hanno ormai raggiunto standard deliranti: sembra che gli Stati, senza adottare alcuna analisi storica né autocritica sul proprio passato coloniale, facciano a gara nelle accuse di non riconoscere o giustificare genocidi. E così, con il genocidio strumentalizzato come arma di intimidazione, ricatto e censura di interi Stati, vediamo in quale “vicolo cieco” si sia cacciata la politica internazionale.

Leggi tutto...

Il Deep State della Repubblica Ceca è diviso sull'ultima bufala del Russiagate

E-mail Stampa PDF

CZ Milos Zemandi Andrew Korybko

da http://oneworld

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

La sorprendente rivelazione del presidente ceco Milos Zeman, fatta domenica, che i funzionari del controspionaggio del suo paese negli ultimi sei anni non hanno mai avuto alcuna prova per coinvolgere i due presunti agenti del GRU che sono stati recentemente accusati di essere coinvolti in un'esplosione accidentale di munizioni, ha mostrato le profonde divisioni dello stato ceco sull'ultima bufala del Russiagate e sollevato domande sul fatto che le burocrazie militari, di intelligence e diplomatiche deglio altri membri della NATO siano analogamente divise sulle relazioni con la Grande Potenza eurasiatica.

Leggi tutto...

La lotta contro il terrorismo e l’estremismo e la protezione dei diritti umani nello Xinjiang

E-mail Stampa PDF

xijinping conferenzariceviamo e volentieri pubblichiamo

di Francesco Fustaneo

Il 
terrorismo e il separatismo nello Xinjiang sono divenuti temi scottanti nelle cronache internazionali e argomenti cruciali anche per l'interesse geopolitico che la regione ripone. In merito alla repressione dei fenomeni terroristici la Cina, che è stata vittima di numerosi attentati di matrice estremistica religiosa e separatista è intervenuta duramente e con mano ferma; diversi giornali occidentali non hanno esitato dal canto loro a parlare di persecuzione del popolo uiguro da parte delle autorità cinesi. 

Leggi tutto...

2 maggio, fino a quando l'UE chiuderà gli occhi sulla strage nazista di Odessa?

E-mail Stampa PDF

odessa casadeisindacatidi Fabrizio Poggi

da https://www.lantidiplomatico.it

2 maggio 2021: settimo anniversario del 
massacro degli antifascisti alla Casa dei sindacati di Odessa. Quarantotto (secondo la versione ufficiale) attivisti assassinati: bruciati vivi all'interno dell'edificio, o, se erano riusciti a sfuggire alle fiamme, calandosi dalle finestre, finiti a sprangate e pistolettate da bande naziste e poliziotti nella piazza antistante. 

Leggi tutto...

Diritti Umani. Discussione, organizzazioni e metodi. Il caso Cina

E-mail Stampa PDF

bambini pccdi Maria Morigi

La “Dichiarazione Universale dei diritti umani” del 1948 proietta su scala globale un insieme di “Valori” che sono in gran parte il frutto della sola cultura occidentale, riflettendo l’aspirazione dell’Occidente a dominare il mondo attraverso il proprio linguaggio e la propria cultura. Molti autori ne hanno discusso criticamente[1], rilevando come la Dichiarazione si sia prestata a giustificare guerre umanitarie, “esportazione di democrazia” e ingerenze per nulla rispettose della sovranità degli Stati. Si tratta, in sostanza, di un ordinamento dal carattere asimmetrico, che risulta inapplicabile a domare le forze che minacciano la pace mondiale,nonostante l’elenco di buone intenzioni e le proibizioni solenni presenti nello statuto di fondazione.

Leggi tutto...

Ucraina e NATO sulla soglia del Donbass. La Russia osserva, monitora e si prepara a qualsiasi scenario. Una cronologia politico militare degli ultimi avvenimenti

E-mail Stampa PDF

russia ucraina vignadi Enrico Vigna

La tensione esplosiva tra Ucraina e Russia, eterodiretta dalla NATO. E’ in atto una prova muscolare con rischi altissimi di una guerra implicante tutta l’Europa.

Da mesi, per molti esperti militari russi e su tantissime riviste geopolitiche e militari russe, si sottolinea che tra la Russia e la NATO ci saranno relazioni sempre più conflittuali a causa dell'agenda strategica espansionistica dell’Alleanza Atlantica, ormai completo braccio armato delle politiche geopolitiche statunitensi che, paradossalmente, hanno ripreso vigore con il nuovo presidente J. Biden.

Leggi tutto...

La “necropoli virtuale” dei collaborazionisti nazisti dell'Ucraina e il suo sovrintendente

E-mail Stampa PDF

nazisti ucrainidi Moss Robeson

A cura di Enrico Vigna

In questo articolo di un autorevole portale storico è documentato cosa hanno fatto dell’Ucraina i suoi “liberatori”, sostenuti, finanziati e armati dalle potenze occidentali, in nome della democrazia e della libertà, attraverso la rivolta del “Maidan”. Sbandierata come “rivoluzione colorata”, anche in Italia vezzeggiata e applaudita dai politici di ogni colore. In prossimità del 25 aprile occorrerebbe SOTTOPORRE QUESTE DOCUMENTAZIONI a tutti coloro che in nome di un presunto “antifascismo”, celebreranno i NOSTRI eroi partigiani facendosi paladini dei valori per cui QUESTI hanno dato le  loro vite, ma poi a livello internazionale sono schierati e accomunati , in Ucraina come in Donbass, in Bielorussia come in Serbia, in Siria come in Libia, a Cuba come in Nicaragua, ecc., alle politiche che hanno promosso e sostengono queste infamie, come processi di “liberazione” e democratici. 

Leggi tutto...

Pagina 1 di 341