Internazionale

L’aggressione ai diritti dei lavoratori e la questione sindacale: un confronto Italia-Francia

E-mail Stampa PDF

cgt scioperoda https://ottobre.info

Dopo il crollo del campo socialista e la fine della guerra fredda che aveva, in una pur minima misura, tenuto a bada gli appetiti più voraci dei capitalisti nei confronti dei diritti lavoratori, dall’inizio degli anni ’90 in poi è ricominciato a spron battutto l’attacco sistematico alle condizioni di vita della classe lavoratrice. Da quel torno di tempo in avanti misure di compressione salariale, privatizzazioni, sconti alle imprese, delocalizzazioni e precarizzazione del mercato del lavoro costituirono le armi principali con le quali la borghesia italiana tentò di frenare la caduta dei profitti. Sarebbe superfluo elencare le menzogne manifeste e smentire le banalità con le quali la classe dominante ha tentato di imbellettare e giustificare tutti questi processi (dalla ricerca della produttività perduta, ai fantastici vantaggi dell’ultra flessibilità lavorativa), pertanto ci focalizzeremo su uno degli aspetti più gravi dell’aggressione generale a danno dei lavoratori compiuta negli ultimi decenni: l’istituzione crescente di forme di lavoro precario. In aggiunta proveremo a delineare alcuni temi importanti come la questione sindacale confrontondo la situazione del nostro paese con le esperienze di paesi vicini come la Francia.

Leggi tutto...

Biden vuole ripristinare la NATO. Macron sta cercando di andare oltre

E-mail Stampa PDF

1949natosummit natopubblichiamo come contributo alla discussione questo interessante, anche se non del tutto condivisibile, articolo. Il confronto fra Trump e Macron prima e quello fra Biden e Macron ora prefigura una contraddizione interimperialistica fra Europa (o sarebbe più corretto Francia) e Stati Uniti? Un contributo interessante che merita di essere approfondito

di Kevin Baron

da https://www.defenseone.com

Leggi tutto...

La lotta per vaccini nel contesto economico e geopolitico odierno. Contro i profitti sulla pandemia

E-mail Stampa PDF

coronavirusdi Lorenzo Battisti 

Fin dall'inizio questa pandemia è stata anche (e sopratutto) una questione economica e geopolitica (almeno nel mondo occidentale). Lo si è visto quando i paesi colpiti erano solo due, Italia e Cina (inizio e fine della nuova Via della Seta), trattati come appestati e condannati all'isolamento commerciale internazionale: gli altri paesi vedevano nella diffusione del virus a questi paesi un modo per rubare loro clienti sui mercati internazionali. Inoltre era un modo per bloccare il piano cinese OBOR che permetteva a questo paese di uscire dal nascente blocco americano (il Pivot to Asia di Obama). In sostanza, nessuna cooperazione o solidarietà, ma competizione.

Leggi tutto...

Non c’è crisi per l’Italia militare nella Nato

E-mail Stampa PDF

arteguerra dinuccidi Manlio Dinucci

da il manifesto 23 febbraio 2021

Mentre l’Italia è paralizzata dalla «crisi economica che la pandemia ha scatenato» (come la definisce Draghi nel discorso programmatico), c’è un settore che non ne risente ma anzi è in pieno sviluppo: quello militare nella Nato. 

Leggi tutto...

Ucraina, "Situazione speciale"

E-mail Stampa PDF

vigna ucrainadi Aleksey Zotiev

da https://www.resumenlatinoamericano.org

La storia non insegna, ma punisce per non conoscere le sue lezioni. Non sono sicuro che l'eminente storico russo Vasily Osipovich Klyuchevsky si riferisse all'Ucraina quando pronunciò quell'idea, ma qualcosa mi dice che nel prossimo futuro l'Ucraina dovrà pagare un caro prezzo per le lezioni della storia che ha da tempo dimenticato.

Leggi tutto...

Biden, Venezuela e America Latina

E-mail Stampa PDF

usa venezuela ziosamdi Marco Teruggi

da https://www.pagina12.com

Traduzione di Mauro Gemma per 
Marx21.it

Pubblichiamo come contributo alla discussione sulle prospettive della politica estera statunitense

Leggi tutto...

Perché Israele si unisce alla "NATO araba" del Pentagono

E-mail Stampa PDF

iran petroliodi Jonathan Cook

da https://www.middleeasteye.net

traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

L'inclusione di Israele nel Centcom danneggerà ulteriormente la causa palestinese, creerà un cuneo tra gli stati arabi e aumenterà il fuoco sull'Iran

Leggi tutto...

Il generale in pensione dell'FSB russo, Alexander Mikhailov, ha indicato che tipo di assistenza la Russia deve fornire al Donbass

E-mail Stampa PDF

donbass generale russodi Enrico Vigna

Il generale in pensione dell'FSB  (Servizio di Sicurezza Federale)Alexander Mikhailov , è un stimato e molto attento esperto di questioni militari, con una carriera ai massimi vertici dello Stato russo: ex ufficiale delle Forze speciali "Alpha" del KGB dell'URSS, poi FSB della Federazione Russa; Capo del secondo dipartimento della direzione "A" del Centro delle forze speciali dell'FSB dal 2001-2004, partecipante alle guerre afgana, prima e seconda cecena; parte di spicco nelle operazioni di  rilascio di ostaggi in Sukhumi, Budenovsk e Dubrovka. 

Leggi tutto...

Disinformazione liberal: membro missione OMS a Wuhan smentisce il New York Times

E-mail Stampa PDF

covid vignadi Global Times

da https://www.lantidiplomatico.it

Traduzione de l’AntiDiplomatico

Il Consigliere per la Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan ha espresso "profonde preoccupazioni sul modo in cui sono stati comunicati i primi risultati dell'indagine sul COVID-19 e avanzato domande sul processo utilizzato per raggiungerli". Ha affermato: "È imperativo che questo rapporto sia indipendente, con i risultati degli esperti liberi da interventi o alterazioni da parte del governo cinese". È evidente che questo funzionario di alto livello statunitense sta cercando di manipolare l'opinione pubblica per mettere in discussione il rapporto degli esperti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Leggi tutto...

Governo Draghi, per chi suona la campanella

E-mail Stampa PDF

dinucci draghidi Manlio Dinucci

da il manifesto 16 febbario 2021

Con la tradizionale cerimonia della campanella, è avvenuto a Palazzo Chigi il passaggio di consegne tra Giuseppe Conte e Mario Draghi. In attesa di verificare quale sarà il programma politico del nuovo governo multipartisan, sostenuto da quasi l’intero arco parlamentare, se ne possono prevedere le linee guida attraverso i curricula di alcuni ministri e del presidente del Consiglio. 

Leggi tutto...

Pagina 1 di 337