Comunisti oggi

Appello del Partito Comunista del Cile alle forze democratiche del mondo

E-mail Stampa PDF

cile proteste 2019da http://www.solidnet.org

Traduzione di Marx21.it

Il Partito Comunista del Cile denuncia e chiede alle forze politiche e alle organizzazioni democratiche e progressiste del mondo di condannare la violenta azione antidemocratica in atto nel nostro paese, promossa dalle forze politiche reazionarie che sostengono il governo di Sebastián Piñera.

Ci riferiamo alla manovra inventata contro il deputato del Partito Comunista del Cile, Hugo Gutiérrez. L'intenzione è di destituirlo con una decisione della cosiddetta "Corte Costituzionale".

Leggi tutto...

I comunisti portoghesi denunciano la natura classista dell’UE

E-mail Stampa PDF

pcp congresso2012di Stefano Araujo

da https://www.sinistra.ch

Il Comitato Centrale del Partito Comunista Portoghese (PCP) si è riunito il 16 maggio 2020, per discutere della delicata situazione di crisi sanitaria e socioeconomica che il Portogallo e altri paesi stanno affrontando, a causa dell’evoluzione della pandemia da Covid-19, e del rafforzamento dell’organizzazione e attività del Partito. Tra le varie questioni affrontate nella riunione, un aspetto importante ha riguardato l’analisi della risposta europea a questi tempi di crisi. Per i comunisti portoghesi è chiaro, come peraltro da sempre denunciato, che questa è l’ennesima occasione in cui l’Unione Europea (UE) ha rivelato completamente la propria natura di classe.

Leggi tutto...

La nuova aggressione a Cuba di Trump e dei suoi scagnozzi

E-mail Stampa PDF

cuba bandiere 580x385Dichiarazione del Partito Comunista del Cile

da https://www.solidnet.org

Traduzione di Marx21.it

Il governo degli Stati Uniti ha inserito Cuba nella lista dei paesi che "non collaborano alla lotta contro il terrorismo", da cui era stata esclusa nel 2015. I paesi che, secondo Washington, sono "complici dell'infamia e del terrore" si trovano in tale elenco. L'argomento principale del Dipartimento di Stato, tra gli altri, è che Cuba "non sostiene gli sforzi della Colombia per garantire la pace e la sicurezza". Sembrerebbe davvero solo una battuta di cattivo gusto se non fosse per il fatto che aggrava il danno economico all'isola e quelli che i proprietari dei media continentali arrecano, calunniando e allineandosi disciplinatamente alle linee guida del loro padrone.

Leggi tutto...

Alcune note sull’evoluzione della situazione internazionale

E-mail Stampa PDF

poverta mondodi Pedro Guerreiro, Segreteria del Partito Comunista Portoghese

O Militante", rivista teorica del Partito Comunista Portoghese, n° 366 maggio-giugno 2020

da http://www.omilitante.pcp.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

La pandemia di Covid-19, la cui portata ed effetti sono ancora in fase di sviluppo - a seconda della sua incidenza in diverse parti del mondo -, sta già avendo enormi impatti in molti paesi e ripercussioni in tutto il mondo, causando un ampio e complesso insieme di problemi economici, sociali, politici e ideologici, e aumentando ulteriormente l'instabilità e l'incertezza che caratterizzano l'evoluzione della situazione internazionale.

Leggi tutto...

L’iniziativa dei comunisti in India, al tempo del Covid19

E-mail Stampa PDF

india scioperogeneraledi Luca Cangemi per Marx21.it

In questo tragico periodo, segnato dal COVID19, ci giungono straordinari esempi dai Partiti Comunisti che governano importanti paesi ma anche da grandi forze comuniste collocate all’ opposizione, spesso un’opposizione dura a governi di destra autoritari e parafascisti, che mostrano il loro volto peggiore di fronte alla pandemia.

È il caso di diverse nazioni dell’America Latina, in particolare Brasile e Cile, è il caso di uno stato che ha le dimensioni di un continente: l’India.

Leggi tutto...

Comunicato stampa del Partito dei Comunisti di Serbia in occasione del 75° anniversario della vittoria partigiana sui fascisti in Jugoslavia

E-mail Stampa PDF

serbiada www.resistenze.org

Partito dei Comunisti di Serbia
solidnet.org

Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Nelle lotte contro i fascisti nella Seconda guerra mondiale, furono uccisi 8,6 milioni di soldati dell'Armata Rossa, 305.000 partigiani jugoslavi, 300.000 soldati americani e 270.000 soldati britannici. Quindi, il numero più alto di vittime, dopo i soldati dell'Armata Rossa, fu quello dei combattenti delle unità partigiane in Jugoslavia. Nel luglio 1941, il Partito Comunista, forte dei suoi 12.000 membri, organizzò una rivolta armata contro gli occupanti fascisti. Già in autunno, Užice e le zone circostanti venivano liberate. Prese così vita la Repubblica di Užice, con una fabbrica di armi, una tipografia e un centro amministrativo. Era l'unico territorio libero dell'Europa schiavizzata e prima della fine della guerra, furono diversi i territori liberi nelle varie zone della Jugoslavia.

Leggi tutto...

Dichiarazione congiunta dei partiti comunisti e dei lavoratori nel "75°. Anniversario della vittoria sul nazifascismo. In nome della libertà, della pace e della verità - Contro il fascismo e la guerra"

E-mail Stampa PDF

9maggio2015da http://www.solidnet.org

traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

In nome della libertà, della pace e della verità

Contro il fascismo e la guerra

La vittoria sul nazifascismo nella seconda guerra mondiale è un grande evento della Storia, la cui memoria deve essere conservata e difesa di fronte ai ripetuti tentativi di falsificazione storica volti a farci dimenticare il ruolo decisivo svolto dall'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, dai comunisti e dagli antifascisti di tutto il mondo. 

Leggi tutto...

La Rivoluzione d'aprile è eredità del popolo e patrimonio del futuro

E-mail Stampa PDF

lisbona 29settembre cgtpDiscorso di Jeronimo Sousa, Segr. del PCP alla Camera portoghese

Traduzione e introduzione di Lorenzo Battisti (Dip. Internazionale Pci)

da http://www.pcp.pt

Il 25 Aprile è il giorno della Liberazione per l’Italia. Lo stesso giorno, nel 1974, il Portogallo si liberò della dittatura di Caetano, successore di Salazar. Una rivoluzione che ruppe decenni di regime fascista che aveva impoverito e costretto alla fame la gran parte della popolazione, oltre allo sfruttamento dell’impero coloniale di cui il Portogallo ancora disponeva. Un regime, quello portoghese, tranquillamente accettato nella Nato, di cui faceva parte insieme alle altre democrazie occidentali. Dovremmo ricordarci di questo quando questa organizzazione si fa paladina della democrazia e della libertà, tanto da volerla imporre con bombe umanitarie a popoli che non accettano i nostri diktat. Non va dimenticato proprio l’esercito, una parte di questo, giocò un ruolo fondamentale nella liberazione del Portogallo. Il Movimento delle forze Armate era composto da tanti giovani, proveniente dagli strati popolari, costretti a fare la guerra nelle colonie contro popolazioni che non riconoscevano come ostili, testimoni di brutalità indicibili verso queste, e inorriditi e stanchi di un regime che condannava alla fame tanto i portoghesi che i popoli colonizzati. Questo è stato possibile perché c’è stato un partito che durante tutti gli anni della dittatura non ha mai smesso di lottare e di organizzare la Resistenza, pagando un prezzo umano enorme, con i propri militanti condannati alla galera o alla morte: questo partito è il Partito Comunista Portoghese.

Leggi tutto...

75 anni dalla Dichiarazione d’Indipendenza. Per un’Austria libera, indipendente e socialista

E-mail Stampa PDF

austriariceviamo e volentieri pubblichiamo

Partito del Lavoro d’Austria
parteiderarbeit.at

Traduzione di Enzo Pellegrin per Resistenze.org.

Dichiarazione del Comitato Centrale del Partito del Lavoro d’Austria (Pda) sul 75mo Anniversario della Dichiarazione di Indipendenza dell’Austria dalla Germania.

da https://boraest.com

Il 27 aprile 1945, con la proclamazione dell’indipendenza dell’Austria, l’annessione da parte della Germania del marzo 1938 è stata annullata. Tale dichiarazione, firmata dai rappresentanti dei due partiti antifascisti SPÖ e KPÖ e dalla parte antinazista della ÖVP (1), ha ripristinato la Repubblica democratica d’Austria sulla base della Costituzione del 1920.

Leggi tutto...

L'evoluzione della situazione internazionale e l'impatto dell'epidemia

E-mail Stampa PDF

disequalitydi Ângelo Alves, Commissione Politica del Partito Comunista Portoghese (PCP)

da http://www.solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Il Partito Comunista Portoghese esprime la sua solidarietà a tutti i popoli che stanno affrontando le gravi conseguenze dello scoppio del nuovo coronavirus che colpisce la stragrande maggioranza dei paesi del mondo.

Lo sviluppo dell'epidemia su scala globale e le sue ripercussioni - in particolare nei paesi capitalisti più sviluppati - dimostrano tragicamente le conseguenze di decenni di politiche di privatizzazione e di smantellamento dei servizi pubblici, in particolare dei servizi sanitari; del continuo e crescente attacco ai diritti sociali dei lavoratori; e dell'alienazione di strumenti statali che garantiscano funzioni e protezione sociali, diritti fondamentali e produzione di beni e prodotti essenziali per la vita e la protezione delle popolazioni.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 85