Giorno della vittoria. La traduzione integrale del discorso di Putin

E-mail Stampa PDF

Putin bandieradi Marinella Mondaini

da https://www.lantidiplomatico.it

La mia traduzione dello strepitoso discorso di Putin e il monito al mondo.

La Festa della Vittoria era, è e sarà per la Russia, per il nostro popolo sacra! Una vittoria di significato colossale e storico per i destini di tutto il mondo. Il popolo sovietico ha liberato l'Europa dal nazismo. La Vittoria è nostra, ci appartiene di diritto. Nostra - di noi che abbiamo spezzato, sgominato e vinto il nazismo, - noi eredi della generazione dei vincitori, generazione che noi onoriamo e di cui andiamo fieri. Noi ricorderemo sempre che questo grandioso atto eroico l’ha compiuto proprio il popolo sovietico, nel periodo più difficile della guerra, nelle battaglie che furono decisive per l’esito della lotta col fascismo il nostro popolo era solo, solo sul cammino estremamente difficile, disseminato di vittime verso la vittoria, si è battuto eroicamente fino alla morte su tutti i fronti, in battaglie furiose in terra, mare e cielo. Il nostro popolo, di ogni nazionalità e fede religiosa ha combattuto per ogni centimetro della propria terra: nei campi sotto Mosca, fra le rocce della Carelia, delle montagne del Caucaso, dei boschi di Vjasma e Novgorod, oltre le rive del Baltico e del Dnepr, nelle steppe del Volga e del Don ...

Leggi tutto...

Sinistra, disciplina e libertà

E-mail Stampa PDF

discurso de lenin artista desconhecidodi Alessandro Pascale

[Quelle che seguo
no sono alcune considerazioni sul dialogo avvenuto sul Corriere della Sera (La sinistra che non c'èIl corriere della Sera, 28 marzo 2021, p. 54) tra il noto scrittore Claudio Magris e il segretario del Partito Comunista Marco Rizzo. L'articolo è stato pubblicato il 2 maggio 2021 sulla rivista Cumpanis]

PERCHÈ ANCORA UN PARTITO COMUNISTA?

Magris fa notare come il Partito Comunista guidato da Rizzo sia «un partito nel senso classico del termine anziché una fluida formazione come molti altri attuali raggruppamenti politici, numericamente più forti»; «il suo Pc è piccolo, ma non è un gruppuscolo; è immune dalla superbia ideologica, culturale e vagamente esoterico che caratterizza spesso le cerchie dei pochi fieri di essere pochi, una supponente aristocrazia d'accatto». Più avanti caratterizza l'azione del partito così: «l'elemento più originale del suo discorso è la critica a chi si proclama di sinistra mentre ne ignora o ne viola, a suo avviso, alcuni valori fondamentali».

Leggi tutto...

L’ideologia del tardo imperialismo: il ritorno della geopolitica della Seconda Internazionale

E-mail Stampa PDF

cina socialismodi Zhun Xu*

da https://www.ottobre.info

Nel 1990, quando il noto economista marxista indiano Prabhat Patnaik si domandava “cosa ne è stato della questione dell’imperialismo?”, scuole e teorie sul tema – a suo tempo vivaci e influenti – erano al loro minimo storico postbellico [1]. Nel momento in cui Patnaik faceva ritorno in India nel 1974, l’imperialismo era al centro di ogni dibattito marxista. Ma una volta di nuovo in Occidente, solo quindici anni dopo, l’argomento sembrava essere già fuori moda. Dopo tutto, la disgregazione dell’Unione Sovietica e i proclami liberali sulla fine della storia erano ormai prossimi.

Leggi tutto...

A 80 anni dall’assedio di Leningrado

E-mail Stampa PDF

leningradoOggi, 9 maggio, ricorre il giorno della Vittoria, lo vogliamo ricordare pubblicando l'introduzione che Giambattista Cadoppi ha scritto al libro di Nikolaj Kislizyn e Vasilij Zubakov, l'epopea di Leningrado. L'introduzione sarà anche pubblicata sulla rivista militare russa Новый Часовой (Novyy Chasovoy)

di Giambattista Cadoppi

É abbastanza noto che l’ultimo film di Sergio Leone avrebbe dovuto riguardare l’assedio di Leningrado. Si sarebbe dovuto semplicemente chiamare “L’Assedio” e trattare dell’epica (nei film di Leone c’è molto di epico) resistenza scritta in una delle più straordinarie pagine della storia della Russia. Una pagina di ordinario eroismo. Ordinario perché ciò che fu straordinario non fu l’eroismo ma la vigliaccheria e l’indifferenza in quegli straordinari 900 giorni. Giuseppe Tornatore si era offerto di riprendere il progetto di Leone ma scoprì ben presto che i produttori americani che avrebbero dovuto finanziare il film non erano così ansiosi di spendere i loro soldi «per ricordare al mondo che il nazismo era stato sconfitto dai bolscevichi». 

Leggi tutto...

Sentiment Analysis: il vaccino SputnikV

E-mail Stampa PDF

francesco sputnik2 1di Francesco Galofaro e Marco Pondrelli

Abbiamo voluto testare l’atteggiamento degli utenti di Twitter sul vaccino SputnikV perché questa settimana ci sono state alcune novità che lo riguardano: l’azienda che lo produce ha lanciato una versione monodose del vaccino, mentre Putin ha aperto all’ipotesi di una sospensione dei brevetti. Nell’ultima settimana i messaggi con l’hashtag #SputnikV sono stati 91, la maggior parte dei quali rivela un atteggiamento molto positivo degli utenti, in aumento rispetto ai dati che avevamo testato a febbraio, (fig. 1) e livelli alti di soggettività (fig. 2) dovuti al fatto che la maggior parte dei commenti si concentra sulla natura politica delle remore ad adottare il vaccino oltre a fare dell’ironia sulle bufale che lo circondano.

Leggi tutto...

Il Pcc ha migliorato la vita della popolazione cinese. Intervista a F. Maringiò sulla TV di stato cinese

E-mail Stampa PDF

Francesco maringiòdi Francesco Maringiò

In vista del centenario di fondazione del Pcc, la Tv di stato cinese ha intervistato esperti e studiosi della Cina per chiedere la loro opinione sulle condizioni di vita della popolazione, a seguito della politica adottata dal Partito Comunista. 

Leggi tutto...

Perché mi iscrivo al partito comunista

E-mail Stampa PDF

pascale rizzoriceviamo e pubblichiamo come contributo alla discussione

di Alessandro Pascale

da https://intellettualecollettivo.it/

[Discorso tenuto il 25 aprile 2021, in occasione della manifestazione–presidio indetta dal Partito Comunista e dal Comitato 27 febbraio a Milano, in viale Rimembranze di Lambrate.]

Leggi tutto...

Nuove rivelazioni sulla guerra batteriologica: è tempo di fare i conti con la storia della guerra di Corea

E-mail Stampa PDF

corea guerraalcuni documenti declassificati dalla CIA fanno luce sui crimini di guerra statunitensi in Corea

di Jeffrey Kaye

da https://www.counterpunch.org

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

Il New York Times, che per anni ha sostenuto che le dichiarazioni degli aviatori statunitensi sull'uso di armi biologiche durante la guerra di Corea erano "false confessioni" ottenute con la tortura cinese e nordcoreana, non ha mai preso atto della seguente richiesta inviata alla sua sezione opinioni nel novembre 2020. Sto pubblicando l'articolo invece su CounterPunch, che non ha paura delle verità scomode.

Leggi tutto...

GRAMSCI XXI. Appunti per una discussione tra comunisti

E-mail Stampa PDF

bolscevichi marciapubblichiamo come contributo alla discussione

di Aginform

Ci rendiamo tutti conto che una vera discussione tra comunisti italiani non è mai decollata, in particolare dopo il naufragio dell'esperienza Cossutta-Bertinotti. Sulla scia della tradizione trotskista e di quella emmellista si sono solo erette barricate fra gruppi e fazioni senza che emergesse un confronto vero di contenuti.

Leggi tutto...

La politica internazionale arenata sul “Genocidio” virtuale in Xinjiang

E-mail Stampa PDF

cina coronavirusdi Maria Morigi

Prevenzione e repressione del delitto di genocidio (previsto dall’Assemblea delle Nazioni Unite del 1948) hanno ormai raggiunto standard deliranti: sembra che gli Stati, senza adottare alcuna analisi storica né autocritica sul proprio passato coloniale, facciano a gara nelle accuse di non riconoscere o giustificare genocidi. E così, con il genocidio strumentalizzato come arma di intimidazione, ricatto e censura di interi Stati, vediamo in quale “vicolo cieco” si sia cacciata la politica internazionale.

Leggi tutto...

Il Deep State della Repubblica Ceca è diviso sull'ultima bufala del Russiagate

E-mail Stampa PDF

CZ Milos Zemandi Andrew Korybko

da http://oneworld

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

La sorprendente rivelazione del presidente ceco Milos Zeman, fatta domenica, che i funzionari del controspionaggio del suo paese negli ultimi sei anni non hanno mai avuto alcuna prova per coinvolgere i due presunti agenti del GRU che sono stati recentemente accusati di essere coinvolti in un'esplosione accidentale di munizioni, ha mostrato le profonde divisioni dello stato ceco sull'ultima bufala del Russiagate e sollevato domande sul fatto che le burocrazie militari, di intelligence e diplomatiche deglio altri membri della NATO siano analogamente divise sulle relazioni con la Grande Potenza eurasiatica.

Leggi tutto...

La lotta contro il terrorismo e l’estremismo e la protezione dei diritti umani nello Xinjiang

E-mail Stampa PDF

xijinping conferenzariceviamo e volentieri pubblichiamo

di Francesco Fustaneo

Il 
terrorismo e il separatismo nello Xinjiang sono divenuti temi scottanti nelle cronache internazionali e argomenti cruciali anche per l'interesse geopolitico che la regione ripone. In merito alla repressione dei fenomeni terroristici la Cina, che è stata vittima di numerosi attentati di matrice estremistica religiosa e separatista è intervenuta duramente e con mano ferma; diversi giornali occidentali non hanno esitato dal canto loro a parlare di persecuzione del popolo uiguro da parte delle autorità cinesi. 

Leggi tutto...

Diritti Umani. Discussione, organizzazioni e metodi. Il caso Cina

E-mail Stampa PDF

bambini pccdi Maria Morigi

La “Dichiarazione Universale dei diritti umani” del 1948 proietta su scala globale un insieme di “Valori” che sono in gran parte il frutto della sola cultura occidentale, riflettendo l’aspirazione dell’Occidente a dominare il mondo attraverso il proprio linguaggio e la propria cultura. Molti autori ne hanno discusso criticamente[1], rilevando come la Dichiarazione si sia prestata a giustificare guerre umanitarie, “esportazione di democrazia” e ingerenze per nulla rispettose della sovranità degli Stati. Si tratta, in sostanza, di un ordinamento dal carattere asimmetrico, che risulta inapplicabile a domare le forze che minacciano la pace mondiale,nonostante l’elenco di buone intenzioni e le proibizioni solenni presenti nello statuto di fondazione.

Leggi tutto...

2 maggio, fino a quando l'UE chiuderà gli occhi sulla strage nazista di Odessa?

E-mail Stampa PDF

odessa casadeisindacatidi Fabrizio Poggi

da https://www.lantidiplomatico.it

2 maggio 2021: settimo anniversario del 
massacro degli antifascisti alla Casa dei sindacati di Odessa. Quarantotto (secondo la versione ufficiale) attivisti assassinati: bruciati vivi all'interno dell'edificio, o, se erano riusciti a sfuggire alle fiamme, calandosi dalle finestre, finiti a sprangate e pistolettate da bande naziste e poliziotti nella piazza antistante. 

Leggi tutto...

Ucraina e NATO sulla soglia del Donbass. La Russia osserva, monitora e si prepara a qualsiasi scenario. Una cronologia politico militare degli ultimi avvenimenti

E-mail Stampa PDF

russia ucraina vignadi Enrico Vigna

La tensione esplosiva tra Ucraina e Russia, eterodiretta dalla NATO. E’ in atto una prova muscolare con rischi altissimi di una guerra implicante tutta l’Europa.

Da mesi, per molti esperti militari russi e su tantissime riviste geopolitiche e militari russe, si sottolinea che tra la Russia e la NATO ci saranno relazioni sempre più conflittuali a causa dell'agenda strategica espansionistica dell’Alleanza Atlantica, ormai completo braccio armato delle politiche geopolitiche statunitensi che, paradossalmente, hanno ripreso vigore con il nuovo presidente J. Biden.

Leggi tutto...

Cybergeopolitica, organizzazioni e anima russa. Leonid Savin

E-mail Stampa PDF

Savindi Marco Pondrelli

Il libro di Leonid Savin è una raccolta di articoli che svariano su più temi di interessante attualità. Centrale in questo lavoro è il tema della guerra, che è tornato ad occupare il dibattito politico, l'Autore riporta le dichiarazioni di Martin Dempsey secondo il quale 'oggi, la probabilità che gli Stati Uniti partecipino a una guerra tra Stati contro una potenza importante è valutata come bassa ma in aumento' [pag. 98]. Cosa aumenta i rischi di guerra? Per Savin è il ruolo sempre più importanti di quelli che gli USA definiscono gli 'Stati revisionisti' (Russia, Cina, Iran e Corea del nord), i quali minacciano il ruolo unipolare degli Stati Uniti.

Leggi tutto...

Sentiment analysis: il Primo maggio e gli incidenti sul lavoro

E-mail Stampa PDF

1 maggio 4di Francesco Galofaro e Marco Pondrelli

In occasione della giornata del primo maggio abbiamo voluto ricordare con la nostra ricerca il grave problema degli incidenti del lavoro. Si tratta di un tema sensibile e molto twittato. Abbiamo preso in considerazione i 200 tweet più influenti della settimana – fig. 1. L’intervallo della polarità è in questo caso molto scarso: degli incidenti non si parla certo con toni trionfali, ma con sobrietà. La maggior parte dei messaggi ha un valore intorno allo zero anche per quel che riguarda il grado di oggettività.

Leggi tutto...

Un gioco di parole e di cifre per mascherare la ristrutturazione finanziaria-monopolistica

E-mail Stampa PDF

draghi merkelriceviamo e volentieri pubblichiamo

di Giuseppe Amata

L’ esposizione di Draghi lunedì pomeriggio alla Camera e martedì mattina al Senato sul Recovery Plan rappresenta un disegno mirato alla ristrutturazione finanziaria e monopolistica nell’integrazione con due grandi disegni, esplicitamente detti. Il primo, per non rimanere indietro a livello di Unione Europea, il secondo per rafforzare i legami con gli Stati Uniti e consolidare insieme la Grande Fortezza, l’Occidente, per creare con il resto del mondo un nuovo “deserto dei tartari”, negando quel multilateralismo che ha fatto fiorire nel passato, nei momenti di pace, le diverse civiltà. Chiusi in questa fortezza non si raccoglie nemmeno il grido di aiuto di centinaia di naufraghi in balia delle onde nel Mediterraneo in burrasca, facendo dire a Papa Francesco l’indomani della tragedia che era il “giorno della vergogna”. In realtà si potrebbe dire che si sta costruendo la “Fortezza della vergogna”.

Leggi tutto...

La rivoluzione d'Ottobre e i diritti dei lavoratori

E-mail Stampa PDF

october revolutionnella giornata del Primo Maggio riteniamo utile riproporre questo articolo

di Américo Nunes |da “O Militante”, Rivista bimestrale del Partito Comunista Portoghese

Traduzione di Marica Guazzora per Marx21.it

L'impatto della Rivoluzione d'Ottobre ha sconvolto il mondo, come ha dichiarato il giornalista nord americano John Reed nel titolo del suo noto libro, riferendosi ai suoi primi dieci giorni.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 321