L’Ecuador ospiterà il 16° Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai

imcwp 2014 fotogruppoComunicato del Gruppo di Lavoro dell’Incontro – Larnaka, 21-22 giugno 2014

da www.solidnet.org | Traduzione di Marx21.it

Presenti i rappresentanti dei PPCC di Cuba, Brasile (PCdoB), Ecuador dall’America Latina; Sudafrica e Sudan dall’Africa; Siria, Palestina (PPP e PC), Libano, Iran dal Medio Oriente; i due PPCC indiani, CPI e CPI (m) dall’Asia; Spagna (PCE), Cipro, Portogallo, Grecia, Belgio (PC e PTB), Gran Bretagna (CPB), Repubblica Ceca, Russia (PCFR e WP), Ucraina, Italia (PdCI) dall’Europa.

Alla riunione, in rappresentanza del Partito dei Comunisti Italiani, ha partecipato Fausto Sorini, della segreteria nazionale e responsabile esteri (link)

Il Gruppo di Lavoro (GL) dell’Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai si è riunito a Larnaka, Cipro, lo scorso fine settimana, il 21-22 giugno. AKEL (Partito Progressista del Popolo Lavoratore) ha ospitato la riunione. I partiti partecipanti sono stati informati da Andros Kyprianou, segretario generale di AKEL, sugli sviluppi in merito alla questione cipriota e hanno espresso la loro solidarietà.

Il Gruppo di Lavoro ha preso decisioni in merito a varie questioni e ha discusso sulla situazione internazionale.

Il Gruppo di Lavoro ha discusso e deciso in merito alle seguenti questioni relative all’imminente 16° Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai che si svolgerà in Ecuador il 13-15 novembre 2014.

Il tema dell’Incontro sarà: “Il ruolo dei partiti comunisti e operai nella lotta contro l’imperialismo e lo sfruttamento capitalista, causa delle crisi e delle guerre e della crescita delle forze fasciste e reazionarie. Per i diritti dei lavoratori e dei popoli e per l’emancipazione nazionale e sociale; per il socialismo!”

Il GL ha scambiato opinioni sul modello di funzionamento del prossimo Incontro Internazionale, e su altre rilevanti questioni sollevate dal Partito Comunista dell’Ecuador, ache ospiterà l’evento.

Inoltre, il GT ha discusso sulla sua composizione e sulle modalità del suo funzionamento e presenterà una relazione sull’andamento delle discussioni in merito all’imminente Incontro.

Presente alla riunione, il Partito Comunista di Ucraina ha informato sulla situazione nel paese. Il GT ha espresso solidarietà nei confronti della lotta delle forze democratiche che resistono all’intervento imperialista e al fascismo. Il Partito Comunista di Ucraina si sta confrontando con la prospettiva di essere messo al bando dalla vita politica del paese da parte delle autorità ucraine.

Con il loro contributo e con le loro iniziative nei rispettivi paesi, i partiti partecipanti alla riunione hanno denunciato le autorità ucraine, e i doppi standard che i governi dell’UE e degli Stati Uniti stanno spudoratamente adottando. Tutti i partiti presenti alla riunione hanno denunciato la politica di terrore adottata dalle autorità ucraine e condannato l’attività delle forze fasciste e reazionarie nel paese; forze che sognano la rinascita del fascismo. Sono stati denunciati i comportamenti degli USA e dell’Unione Europea, nell’ambito del loro orientamento unilaterale, che si propongono di servire i propri interessi geostrategici e interventi che provocano pericoli di guerra nella regione. E’ stato condannato anche il concentramento di truppe della NATO nella regione e altrove.

I partiti partecipanti hanno condannato i crimini commessi contro il popolo ucraino e contro le organizzazioni che stanno resistendo alle azioni fasciste e illegali di repressione. Si chiede la fine immediata delle operazioni del governo nelle regioni sud-orientali del paese, la cessazione del fuoco immediata ed si esige che sia data una possibilità alla pace e che vengano garantiti i diritti di tutto il popolo. Il diritto all’autodeterminazione appartiene al popolo.

Il GT è stato dettagliatamente informato dai Partiti Comunisti della regione del Medio Oriente in merito agli sviluppi della situazione. I partiti presenti hanno manifestato la loro solidarietà con le lotte dei popoli da lungo tempo sofferenti della regione.

Il GT ha avuto uno scambio generale di opinioni sulla situazione internazionale ed è stato informato dai partiti sull’evoluzione della situazione in ogni paese.

E’ stata anche valutata la definizione delle modalità di attuazione delle linee comuni di azione approvate al 15° Incontro Internazionale, che ha avuto luogo a Lisbona nel novembre dello scorso anno.