La Federazione Mondiale della Gioventù Democratica (WFDY) nel 70° anniversario della Vittoria

Wfdy logoTraduzione di Lorenzo Battisti per Marx21.it

Cari compagni, cari amici,

sono passati 70 anni dalla grande vittoria antifascista. Questa vittoria storica dei popoli è stata scritta con il sangue di 50 milioni di persone. L’orrore indescrivibile dei campi di concentramento, l’incubo della fame, la brutalità degli eccidi di massa sono i crimini che dobbiamo ricordare del momento in cui i fascisti fecero calare la propria oscurità sul mondo. La vittoria antifascista, nonostante il caro prezzo, creò nell’umanità la speranza di un futuro di pace, di un futuro senza la ripetizione dei conflitti inter-imperialisti che allora furono pagati dai popoli. La vittoria contro il fascismo di Hitler fu considerata una chiara indicazione che il futuro apparteneva ai popoli che erano uniti e che lottavano.

Sulle ceneri della Seconda Guerra Mondiale fu creata la Federazione Mondiale della Gioventù Democratica (WFDY World Federation of Democratic Youth) il 10 Novembre 1945, mostrando la necessità della lotta della gioventù contro l’imperialismo e il fascismo.

Oggi stiamo assistendo alla diffusione del fascismo in tutto il mondo, che divide e attacca la sovranità di vari paesi per soddisfare i piani dell’imperialismo. E’ ormai chiaro che il fascismo è un’arma nelle mani dell’imperialismo. Sebbene i diversi movimenti fascisti mostrino volti e forme differenti, utilizzano gli stessi strumenti contro la società.

Oggi assistiamo agli sforzi dei centri di potere dell’Unione Europea per falsificare la verità storica, cercando di limitare e nascondere il contributo dell’Unione Sovietica alla sconfitta del fascismo, in linea con la loro propaganda anticomunista con cui cercano di equiparare comunismo e fascismo. Stanno anche cercando di sostituire il giorno della vittoria antifascista (il 9 Maggio NdT) con il giorno dell’Europa.

Ciononostante, il contributo dell’Unione Sovietica insieme ai partiti comunisti, ai lavoratori del mondo e ai popoli che resistettero, fu decisivi per la vittoria antifascista. Su ogni fronte i comunisti furono i primi nell’organizzare e nel condurre la resistenza contro il fascismo e l’occupazione. Il ruolo dell’Urss fu decisivo nella sconfitta del fascismo.

Infine, come abbiamo detto alla nostra ultima assemblea generale, 70 anni dopo noi chiamiamo ancora la gioventù a una lotta di massa contro i piani imperialisti, a partecipare a lotte organizzate, a eliminare le cause della guerra, del fascismo e delle misure antipopolari, con l’impegno per rovesciare l’imperialismo. Una lotta che creerà le condizioni per una pace duratura, per un mondo che non escluda nessuno dal diritto alla vita, all’educazione, alla salute, al lavoro, alla casa e al divertimento.

Segreteria Generale della WFDY
Mosca 09/05/2015