Il Partito dei Comunisti Italiani a Mosca

sorini pcfr cc thumbIl PdCI a Mosca per consultazioni, scambi di opinione e di informazione sulla situazione internazionale; e per iniziative congiunte di cooperazione e di solidarietà con l’Ucraina antifascista

Il compagno Fausto Sorini, della segreteria nazionale del PdCI e responsabile esteri del partito, si è recato a Mosca dal 9 al 19 settembre scorsi per una serie di consultazioni, scambi di opinione e di informazione sulla situazione internazionale e sui pericoli di guerra globale e di escalation militare che incombono sull’Europa e sul mondo; per scambi di informazione sulla situazione dei rispettivi Paesi e sullo stato del movimento comunista e delle forze di sinistra a livello europeo e mondiale.

La visita è stata anche l’occasione per definire iniziative congiunte di cooperazione e di solidarietà con l’Ucraina antifascista e per contribuire al pieno successo della Carovana Antifascista, promossa dalla Banda Bassotti, che dal 25 settembre al 1° ottobre partirà da Mosca e attraverserà la Russia fino al confine ucraino insieme ad un convoglio russo di solidarietà con le popolazioni ucraine del Donbass e – compatibilmente alla situazione eccezionale presente al confine tra Russia e Ucraina – visiterà la Novorossiya e le città di Donetsk e Lugansk e porterà la sua solidarietà militante ed una serie di aiuti umanitari alle popolazioni dell’Ucraina orientale.

Durante la sua permanenza a Mosca il compagno Sorini ha incontrato numerosi esponenti di primo piano della società e del mondo politico e istituzionale russo e della Duma (la Camera russa dei deputati) e dirigenti del Partito Comunista della Federazione Russa (PCFR), ed è stato intervistato dalla Pravda di Mosca e da una Rete televisiva della capitale.

In particolare, il compagno Sorini ha incontrato, tra gli altri, Leonid Kalashnikov (primo vice-presidente della Commissione esteri della Duma, membro della presidenza del PCFR e responsabile della sua politica estera: uno degli uomini colpiti dalla sanzioni recentemente decise dagli Usa e dall’Ue); Valery Rashkin, vice-presidente del PCFR; Tatiana Desyatova, del Cc del PCFR e della direzione del settore esteri, responsabile delle donne comuniste.

La visita e i numerosi colloqui qualificati hanno consentito un esame approfondito della situazione internazionale e dei pericoli di guerra e di escalation militare globale che su di essa incombono, e su cui il compagno Fausto Sorini riferirà prossimamente in un’ampia intervista.

{youtube}Xo_8_Js3gnU{/youtube}

sorini pcfr cc 2

FONTE WWW.RASSVETTV.RU