Lotta di Civiltà

cina socialismoRiceviamo e pubblichiamo questo interessante appello

Come da precedenti appelli presentiamo una bozza del progetto “LOTTE DI CIVILTA” chiedendo a tutti di partecipare ad una attenta riflessione e diffusione dello stesso per poterne determinare a breve una stesura definitiva.

I compagni ed amici sottoscrittori del presente manifesto invitino tutti all’approfondimento attraverso i contatti informatici on-line settimanali per la definizione dello stesso.

Il valore della democrazia si rafforza e si concretizza con la partecipazione e condivisione.


Il movimento LOTTE DI CIVILTA’ neo costituito invita i compagni ed amici ad aderire alla proposta sottoscrivendo la bozza “MANIFESTO” che vale come adesione al Movimento da completare prendendo contatti su Messanger con:

Eduardo Garofalo

Antonino Andaloro

Marco Bertani

Santino Bozzi

Enrico Tramutola

Michele Russo

DOCUMENTO POLITICO PER LA RINASCITA DELL’IDEA COMUNISTA IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO

Gli effetti devastanti del processo di globalizzazione dell’economia convince gli uomini di buona volontà a ripensare ed immaginare un mondo diverso dall’attuale fatto di incertezze per il futuro dell’umanità.

Ci si rivolge a tutti i giovani, le donne, agli uomini, ai partiti politici, a gruppi, ad associazioni di ispirazione democratica che vogliono spendersi contro l’imperialismo capitalistico, al terrorismo, al fascismo, al razzismo, alle associazioni a delinquere nazionali ed internazionali quali fonti di ingiustizie nel mondo per costruire un mondo alternativo di pace e di cooperazione fra i popoli.

Quindi avviare un percorso costituente con la partecipazione di ogni singolo per l’innovazione ed il rinvigorimento dell’idea comunista attraverso un’ampia gestione democratica.

Richiamare tutti i partiti e movimenti politici che si riconoscono nel cammino, ad un atto di responsabilità collettiva, nel costruire un programma per l’Italia, l’Europa politica e sociale estendibile all’intero pianeta fortemente antagonista al neoliberismo imperante e che abbia contenuti di rivendicazioni sociali del comunismo per l’emancipazione dei popoli e per l’eliminazione dello sfruttamento dell’uomo sull’uomo e sull’ambiente.

E’ nostro vivo intendimento modificare i rapporti fra i popoli, riconoscendo a ciascuno la propria identità, in una logica di cooperazione combattendo:

– La disoccupazione, per garantire il lavoro a tutti. Un lavoro che tuteli la dignità dell’essere umano e che non sia a scopo di lucro e di sfruttamento ma di soddisfazione e che dia una vita che valga la pena di essere vissuta.

-La droga che devia e suicida persone.

-La corruzione che destabilizza gli interessi leciti di ogni Stato.

-La lotta agli armamenti quali strumenti offensivi del diritto alla vita e della dignità umana.

-lotta per una agricoltura mondiale che superi il modello intensivo degli OGM, bandendo pesticidi quali fonti contro la buona salute di tutti gli esseri viventi. Per una agricoltura per la quale ogni Stato si avvicini alla autosufficienza, bloccando interessi immorali delle multinazionali.

-Per un pianeta che sia vivibile in assenza di inquinamento derivante da qualsiasi fonte a difesa della salute di tutti gli esseri viventi.

-per la presenza di scuole in tutto il mondo per combattere analfabetismo; per un elevamento culturale, educativo e formativo, che pone al centro la parità di genere in tutti i suoi aspetti nel rispetto della natura, carenze che rappresentano un male per l’umanità.

-per una sanità pubblica da garantire a tutti i cittadini del mondo.

-per assicurare la mobilità a tutti principalmente con mezzi pubblici più sicuri e meno inquinanti

-Aprire un dialogo internazionale con tutti coloro che manifestano il diritto alla pace, per l’avvio di un nuovo ordine mondiale capace di fare del sollevamento delle gigantesche aree economicamente arretrate una leva fondamentale un nuovo tipo di sviluppo per eliminare la fame nel mondo.

Abbandonare l’illusione che sia possibile perpetuare un modello di sviluppo fondato sulla espansione dei consumi individuali che è fonte di sprechi, di parassitismo, di privilegi, di ingiustizie, di dissipazione delle risorse naturali limitate, del dissesto finanziario tutto a vantaggio della globalizzazione finanziaria la cui concentrazione determina la dittatura della borghesia contro il popolo.

Dunque, superamento su scala mondiale, con il contributo di tutte le nazioni che credono in questa missione, del vecchio assetto capitalistico delle lobby per assicurare un futuro migliore a tutti i popoli.

Condividere questo documento, ipotizzando inserimento di altri punti, significa partorire la creazione di una grande forza politica democratica, marcatamente di sinistra, a cui a tutti è richiesto impegno a sostenerlo ovunque .