Dal PdCI un appello alle forze della sinistra

procacciniQuesto è il testo della lettera inviata nei giorni scorsi dal PdCI alle diverse forze politiche e/o soggetti organizzati della sinistra italiana. L’auspicio è che a breve si possa giungere all’incontro richiesto, finalizzato ad una azione e ad un processo unitario della sinistra del quale innanzitutto i fatti sottolineano la necessità.

Alle forze politiche ed ai soggetti della sinistra italiana in indirizzo.

Come da più parti sottolineato ciò che si prospetta in Europa all’indomani del voto, anche in relazione ai precari equilibri determinatisi, è la sostanziale continuità delle politiche, riconducibili alla filosofia liberista, che ad oggi hanno caratterizzato il processo di unità europea ed il cui fallimento è sotto gli occhi di tutti.

I cambiamenti che da più parti si dichiara di volere perseguire, spiccano al riguardo i propositi del Governo Italiano, sono sostanzialmente di facciata, comunque non funzionali all’affermazione di un’altra Europa.

La necessità di mettere in campo una forte, coerente e duratura azione di contrasto a tali politiche, per l’affermazione di “un’ altra agenda” è evidente, e quanto promosso da numerose forze della sinistra italiana, a partire dalla manifestazione di Sabato 28 Giugno pv. assai importante. 

E’ altresì evidente che le politiche attuate e/o prospettate dal Governo Renzi relativamente al nostro Paese altro non sono che la proiezione di tale approccio ed è lecito attendersi, i primi provvedimenti sono di ciò sintomatici, una sostanziale continuità con le politiche che hanno caratterizzato l’azione dei governi precedenti e che sono alla base del precipitare della condizione materiale dei più.

Siamo e restiamo convinti che per affrontare tale situazione, per perseguire una alternativa, possibile oltre che necessaria, serve la massima unità a sinistra, nel rispetto della caratteristiche proprie delle sue diverse componenti, porre l’accento sul tanto che unisce piuttosto che su quanto divide. 

Ciò impone lo sforzo di tutti volto a superare gli stessi limiti e problemi che hanno caratterizzato la recente scadenza elettorale europea che, al di là delle tante valutazioni possibili, ha comunque evidenziato, anche attraverso il risultato della lista “L’altra Europa con Tsipras”, la disponibilità di tanti elettori a sostenere processi unitari a sinistra , ad essere ancora, nonostante tutto e tutti, disponibile ad una scelta alternativa.

È anche in considerazione di ciò che il Partito dei Comunisti Italiani, con la presente, ritiene opportuno che le forze variamente articolate della sinistra italiana consolidino l’azione congiunta di contrasto nei confronti delle politiche che si prospettano, a livello europeo e nazionale, mettano in campo un proprio sempre più adeguato protagonismo, prospettino e perseguano una politica alternativa credibile, praticabile, in grado di rispondere alle tante questioni in essere, con particolare attenzione a quella democratica, a quella sociale.

Come Partito dei Comunisti Italiani siamo impegnati a sostegno delle battaglie sociali e politiche in essere aventi tali obbiettivi e riteniamo che, solo a partire da contenuti avanzati ed unificanti a da un’agenda di lotta comune, è possibile dare un contributo reale al processo di unità della sinistra di questo Paese, che tutti diciamo essere indispensabile. 

Proprio per queste ragioni vi rivolgiamo un invito esplicito ad incontrarci al più presto e ad avviare un percorso di confronto e mobilitazione comune. 

Le battaglie d’autunno (dal referendum contro il fiscal compact, all’opposizione ad una nuova guerra nel cuore dell’Europa, alle gravi questioni sociali, tutt’ora irrisolte) chiedono l’impegno ed il contributo di tutti.

In attesa di riscontro, cordiali saluti.

Roma, 25 Giugno 2014 
Il Segretario Nazionale Cesare Procaccini