Comunicato stampa della sezione “25 aprile” di Mestre del PdCI sull’Ucraina

Verrà diffuso il 1 maggio in solidarietà del popolo ucraino e del Partito Comunista d’Ucraina.

Le notizie che provengono dall’Ucraina, di scontri armati tra esercito del Governo illegittimo e le milizie popolari della popolazione russa; sette morti, un elicottero abbattuto e il popolo schierato in difesa degli edifici pubblici ci dicono che qual ora, a breve, non ci fosse una soluzione politica si avvieranno tutte le condizioni per una guerra armata in Europa centrale con tutte le conseguenze che ciò comporterà per il Popolo Ucraino e per la vita delle nostre popolazioni.

La Nato e gli USA hanno già incominciato a inviare truppe in Polonia e rafforzare la presenza nei Paesi Baltici, i Russi fanno le esercitazioni alle frontiere Ucraine.

L’accordo firmato tra USA, Russia, ed Europa e il Governo illegittimo Ucraino per il disarmo di tutte le milizie va a senso unico, si vorrebbero disarmare esclusivamente le milizie della popolazione dell’Est e il Governo Ucraino non fidandosi del proprio esercito ha costituito la guardia nazionale composta di nazionalisti e filo nazisti polacchi, ed è stata inviata nelle zone con presenza di popolazione russa per compiere la bonifica, il massacro delle popolazioni russe!. Il Governo illegittimo ha imposto la lingua unica e non riconosce le varie etnie come popoli. 

Va considerato che la situazione dell’Ucraina, come dell’ex Cecoslovacchia, e dei Paesi Balcani e molti altri paesi d’Europa è il frutto degli accordi di Yalta e della fine dell’URSS per i quali vanno trovate soluzioni politiche che soddisfino le esigenze dei diversi popoli.

Per la Cecoslovacchia si è trovata una soluzione politica, la divisione in due Stati, Cechi e Slovacchi uniti dopo la seconda guerra mondiale, mentre per i paesi dell’ex Yugoslavia l’intervento politico della Germania e del Vaticano prima, e poi militare degli USA della Nato e dei Paesi Europei, compresa l’Italia, ha generato tutti i massacri che conosciamo, senza che la situazione sia ancora completamente risolta.

CHI HA INTERESE AD UNA NUOVA GUERRA IN EUROPA,

La fine dell’URSS ha lasciato un’infinità di problemi e un immenso territorio da conquistare dal punto di vista economico, politico e militare, la conquista non è ancora conclusa. 

Gli USA hanno tutto l’interesse che salti una qualsiasi forma di unità Europea perche, finanziariamente potrebbe dargli qualche problema e sgomberare definitivamente un avversario economico e finanziario che può diventare un’alternativa al dollaro, come moneta di scambio internazionale. La guerra in Iraq e in Libia è stata fatta esclusivamente perché le transazioni internazionali del petrolio avvenivano in euro e non in dollari. Forse è la volta dell’Europa?.

LA SITUAZIONE NON VA SOTTOVALUTATA

Il Governo illegittimo Ucraino è deciso a massacrare le popolazioni Russe, gli USA a far la guerra, la Russia a fare i propri interessi e i popoli che vivono in Ucraina non vogliono subirne le conseguenze.

NOI STIAMO CON IL POPOLO UCRAINO E INVITAMO TUTTI A SCENDERE IN PIAZZA 

Per FERMARE LA GUERRA, per essere vicini ai popoli Ucraini, per imporre ai Governi Europei una politica autonoma dagli USA che abbia come riferimento la politica dell’auto determinazione dei popoli e proponga uno Stato Ucraino come FEDERAZIONE DEGLI STATI DEI POPOLI UCRAINI.

Il direttivo di sezione
Renato Darsiè