Comitato Centrale del 15 giugno 2014: Elezioni, fase politica, rilancio del PdCI

da www.comunisti-italiani.it

Il Comitato centrale del Pdci riunitosi domenica 15 giugno 2014,.per una analisi complessiva della situazione sociale e politica e del risultato delle elezioni europee ed amministrative, dopo una ampia e seria discussione, ha confermato l’attualità e la validità della linea politica stabilita dal 7° Congresso straordinario: “unità dei comunisti, della sinistra e delle forze democratiche per difendere ed attuare la Costituzione”.

L’esclusione del Pdci dalla lista Tsipras non elimina la necessità di un fronte unitario della sinistra, anzi l’esito elettorale complessivo va analizzato in profondità perché a differenza di altri stati europei in Italia la sinistra, seppure dopo anni riesca ad eleggere per un soffio, rischia di non avere nessuna autonomia. Come pure va approfondito il dato delle amministrative, dove il Pdci era impegnato in coalizioni di sinistra, di centro sinistra e in alcuni casi si è presentato da solo. Impossibile affermare che una scelta sia stata premiata sull’altra, più realisticamente si può invece affermare che il nostro Partito ha raggiunto importanti risultati la dove esiste una struttura organizzata e legata ai cittadini, mentre dove abbiamo una marginalità complessiva politica e organizzativa i risultati sono stati insufficienti.

CONTINUA A LEGGERE