Amministrative, analisi del voto a Ravenna

da www.comunisti-italiani.emiliaromagna.it

Amministrative 2014, in bassa romagna l’asse Rifondazione-Comunisti Italiani sfonda il 10%

A distanza di pochi giorni dal voto delle amministrative di domenica 25 maggio, nei comuni della Bassa Romagna, la Sinistra comunista si conferma una realtà politicamente rilevante, specie quando le sue forze si presentano unite agli appuntamenti elettorali. Sulla spinta di una campagna elettorale fortemente innovativa e condotta in stretta sinergia da Rifondazione comunista e Comunisti italiani, l’asse formato dalle due forze politiche, ha fatto segnare in alcune zone della Bassa Romagna, performance elettorali decisamente positive. A Fusignano, ad esempio, la proposta sostenuta dai due partiti della Sinistra italiana ha ottenuto oltre l’11,9% dei consensi, dietro soltanto al favoritissimo candidato sindaco del centrosinistra.

A Conselice, Rifondazione e PdCI ottengono un ottimo 10,5% , subito dietro ai due candidati di centrosinistra e centrodestra. Ma il vero exploit di voti per le compagini dei comunisti è stato ottenuto a Russi. Nel comune del ravennate, infatti, i due partiti si sono presentati uniti assieme a Sinistra Ecologia e Libertà raggiungendo circa il 13,2%.

CONTINUA A LEGGERE