Ordina per
edisu

Torino. La FdS esprime tutta la propria solidarietà agli studenti che occupano da ieri la residenza dell’Edisu di Via Verdi

Pubblicato il

di Armando Petrini, coordinatore regionale FdS Piemonte   La scelta della Regione Piemonte di azzerare i fondi destinati alle borse di studio è gravissima. Non soltanto diverse migliaia di studenti già dichiarati idonei non potranno usufruire di un diritto acquisito, ma -quel che è per certi aspetti ancora più grave- in questo modo si mette in […]

Leggi tutto…


edisu proteste2_g

PdCI Torino, la lotta dei borsisti è la nostra lotta

Pubblicato il

EDISU: PDCI TORINO, LA LOTTA DEI BORSISTI E’ LA NOSTRA LOTTA “Privare della borsa di studio 12.000 studenti è vergognoso e inaccettabile” sostiene Ivano Osella, responsabile provinciale scuola del Pdci, “Noi dei comunisti italiani abbiamo voluto partecipare al presidio di fronte al Consiglio regionale proprio per mostrare la nostra vicinanza a tutti i ragazzi colpiti […]

Leggi tutto…


studente debito

Se l’università si autofinanzia (coi vostri soldi)

Pubblicato il

da www.roars.it   1. Liberalizzare le tasse: un desiderio antico   Qualche giorno fa gli studenti dell’Università di Pavia hanno vinto un ricorso al Tar di Milano: pagano tasse troppo alte, ha detto il Tar. Di norma, le tasse universitarie non possono superare il 20% del finanziamento statale all’Università pubblica, ma i tagli degli ultimi anni […]

Leggi tutto…


precari scuola-w350

All’università arrivano i saldi

Pubblicato il

di Giuliano Garavini, Coordinamento precari dell’Università   A partire dalla crisi del 2008 è cominciato un significativo disinvestimento dal sistema educativo scolastico e superiore. Alla fine, nel pieno dell’attacco speculativo all’Italia, è arrivata anche la stagione saldi. Difficile ricostruire a partire da quando sia cominciato il lento declino del nostro sistema di istruzione superiore dalla seria […]

Leggi tutto…


OmbreLaureati w350

Fabbriche del sapere: Angelo D’Orsi su “gli Atenei in Italia”

Pubblicato il

di Angelo D’Orsi | su il Manifesto   C’è un filo rosso che lega il cosiddetto 3+2 di Luigi Berlinguer alla recente riforma dell’Università firmata Maria Stella Gelmini e Giulio Tremonti. È la convinzione che il sistema educativo debba rispondere a criteri mercantili, senza tuttavia intaccare il potere clientelare dei «baroni», spesso legati ai centri […]

Leggi tutto…