Ordina per
testata archivio lernesto web

Tutti i numeri de l’Ernesto

Pubblicato il

Anno 2004 Numero 1 – Gennaio-FebbraioNumero 2 – Marzo-AprileNumero 3 – Maggio-GiugnoNumero 4 – Luglio-AgostoNumero 5 – Settembre-OttobreNumero 6 – Novembre-Dicembre Anno 2005 Numero 1 – Gennaio-FebbraioNumero 2 – Marzo-AprileNumero 3 – Maggio-GiugnoNumero 4 – Luglio-AgostoNumero 5 – Settembre-OttobreNumero 6 – Novembre-Dicembre Anno 2006 Numero 1 – Gennaio-FebbraioNumero 2 – Marzo-AprileNumero 3-4 Maggio-AgostoNumero 5 – […]

Leggi tutto…


La democrazia cancellata

Pubblicato il

Consentire che una o congiuntamente più Organizzazioni Sindacali che superano il 50% possano validare e rendere vincolante persino il diritto di sciopero porta alla balcanizzazione della situazione sociale a seconda della prevalenza o meno di questa o quell’altra Organizzazione. L’accordo Interconfederale del 28 giugno 2011 nasce dall’esigenza di superare la pratica degli accordi separati; la […]

Leggi tutto…


Titanic Europa. Ormai è a rischio anche la moneta unica

Pubblicato il

[l’articolo è in stampa per la rivista “Marx 21 – nuova serie de l’ernesto – rivista comunista”] BCE: un rialzo dei tassi pericoloso Cominciamo con l’istituzione più importante di tutte: la Banca Centrale Europea. Come è noto, la filosofia economica (meglio: l’ideologia) su cui si fonda l’Unione Europea prevede che la formula magica per la […]

Leggi tutto…


Crisi, resistenze, guerra imperialista. Necessità dei comunisti.

Pubblicato il

La grande crisi capitalistica in cui siamo tuttora immersi, non può lasciare immutati, ad onta del conservatorismo delle classi dominanti, i rapporti di forza tra le classi. Quando parliamo di classi ci riferiamo non solo ai rapporti interni al singolo stato nazionale, ma anche ai rapporti su scala mondiale, tra stati imperialistici dominanti e stati […]

Leggi tutto…


Alle origini dell’organizzazione operaia del Polo chimico di Ferrara

Pubblicato il

Alle origini dell’organizzazione operaia del Polo chimico di Ferrara: “Pevar” e la cellula comunista della “Gomma Sintetica” Sul finire degli anni ’30 a Ferrara il regime fascista porta a compimento un obiettivo politico-economico di rilievo: la costruzione della Zona Industriale posta tra la città e il Po. Tra tutti gli impianti industriali portati a termine […]

Leggi tutto…


Modena 1922: Beatrice Ligabue detta Bice

Pubblicato il

Modena 1922: Beatrice Ligabue detta Bice, una giovane bordighiana alla guida della federazione del PCd’I* Beatrice Ligabue, detta Bice, nasce a Savigliano (Cuneo) il 5 giugno 1895 da Ettore e Venturino Enrichetta, commercianti. La famiglia, di estrazione piccolo borghese, trasferitasi a Modena nei primi anni del ‘900, era composta anche dai figli Anna e Giuseppe. […]

Leggi tutto…


I comunisti ternani dagli Arditi del popolo alla Resistenza

Pubblicato il

Livorno 1921 “Vedi Bruna, il 21 gennaio 1921 a Livorno, dopo una discussione conflittuale tra diverse correnti del PSI, noi comunisti terzinternazionalisti uscimmo dal teatro Goldoni e, cantando forte l’Internazionale, ci dirigemmo verso il teatro San Marco per continuare il nostro lavoro e per fondare il nuovo Partito Comunista Italiano. Intorno a noi e dietro […]

Leggi tutto…


La generazione dei fondatori del Partito Comunista nelle Marche

Pubblicato il

Sorto il partito comunista a Livorno, si trattò di organizzarlo nei territori, nei luoghi di lavoro e nelle organizzazioni di massa. Il nuovo partito era chiamato a superare i limiti del vecchio, evidenziati in modo particolare di fronte alla guerra e nel dopoguerra. Il PSI era sorto nel 1892 separandosi dagli anarchici sull’obiettivo della conquista […]

Leggi tutto…


I comunisti napoletani tra politica della svolta e grande crisi (1929-1931)

Pubblicato il

Noi non transigiamo sulla necessità del lavoro organizzativo, e sulla necessità che esso sia compiuto in modo preliminare, prima di qualsiasi altro lavoro a riprendere i più vasti contatti con le masse. Se si seguisse un’altra via, la via opposta, si ricadrebbe in tutti gli errori del demagogismo e del popolarismo socialista. […] noi non […]

Leggi tutto…


Pietro Secchia e il PCI come strumento pedagogico per l’egemonia

Pubblicato il

Per un partito comunista di quadri e di massa È da ritenersi che l’importanza addotta dai classici del marxismo al fenomeno militare, primo tra tutti Engels, studiosi tutti, in grado diverso, maggiore o minore, dell’arte dell’organizzazione in chiave bellica, non derivi dalla propensione autonoma per l’utilizzazione pratica dello strumento della forza in guerra, ma dal […]

Leggi tutto…


Dalla Risoluzione organizzativa del VII Congresso del PCI (1951)

Pubblicato il

Consolidare l’unità della classe operaia, rafforzare e moltiplicare i legami tra partito e popolo (..) Un compito per ogni compagno Non vi deve essere di regola un solo compagno che espli chi solo un’attività interna di partito: ogni comunista oltre ad essere un militante di partito ed un iscritto al sindacato deve essere un attivista […]

Leggi tutto…


Il PCI e la questione dello Stato

Pubblicato il

Unità di democrazia politica, economica, sociale Il Partito comunista, sin dalla fase della Resistenza e dalla fase di elaborazione della Costituzione, svolse una funzione di guida delle lotte volte a contrastare lo sfruttamento imposto dal capitalismo tecnologicamente organizzato, ossia delle lotte che puntavano ad avviare un processo di profonde riforme economico- sociali e perseguivano il […]

Leggi tutto…