Ordina per
bandiera-pace-680x365

Il 5 NOVEMBRE in piazza per la pace e contro i partiti della guerra

Pubblicato il

pubblichiamo come contributo alla discussione di Aginform Il 5 novembre si terrà finalmente la manifestazione annunciata da Conte e via via condivisa da vari soggetti il cui apporto rende però complesso il giudizio sull’evento. Il fatto che sia stato Giuseppe Conte a lanciare una grande mobilitazione per la pace dopo che sindacati e partiti dell’ex […]

Leggi tutto…


atomic 2

Che senso hanno le minacce nucleari?

Pubblicato il

di Francesco Galofaro, Università di Torino Non è da ieri che sul conflitto ucraino si distende l’ombra del fungo atomico. A pensarci bene, però, dovremmo chiederci il motivo di continui allarmi: l’equazione tra i missili nucleari e l’estinzione di massa è fortunatamente ancora parte del senso comune. A che giova un’arma il cui uso porta […]

Leggi tutto…


dollaro americano

Le tendenze del capitale del XXI secolo tra “stagnazione secolare”, declino del dollaro e guerra

Pubblicato il

riceviamo e volentieri pubblichiamo di Domenico Moro La realtà geopolitica dell’inizio del XXI secolo va studiata a partire dalla categoria di modo di produzione. Tale categoria definisce i meccanismi di funzionamento del capitale in generale, astraendo dalle singole economie e dai singoli Stati. Per questa ragione, dobbiamo far interloquire la categoria di modo di produzione […]

Leggi tutto…


Il ruolo di Elon Musk nel conflitto ucraino presenta opportunità uniche

Pubblicato il

di Andrew Korybko da https://oneworld.press Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it Oggi tutto il mondo parla di Elon Musk, la persona più ricca del pianeta, noto soprattutto per essere l’amministratore delegato di Tesla, SpaceX e altre visionarie aziende tecnologiche. La sua recente proposta di risolvere pacificamente il conflitto ucraino ha provocato l’ira dei sostenitori occidentali […]

Leggi tutto…


russia ucraina vigna

Questo è un conflitto per procura degli Usa: come in Libia e Siria

Pubblicato il

di Davide Depascale da il fatto quotidiano 20 ottobre 2022 “Cosa c’è di strano nelle parole di Berlusconi? Si vede che ha letto i miei libri”. Lo storico Giuseppe Vacca, professore emerito di Storia delle dottrine politiche all’università di Bari, già direttore dell’istituto Gramsci ed ex deputato del Pci, è tra i firmatari dell’appello “Un […]

Leggi tutto…


La Russia vincerà anche nello scenario di stallo militare in Ucraina

Pubblicato il

Pubblichiamo come contributo al dibattito, pur dando un giudizio diverso sul ruolo della Cina riteniamo interessante questa analisi di Andrew Korybko da https://oneworld.press Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it Il conflitto ucraino, che in realtà è una guerra per procura della NATO guidata dagli Stati Uniti contro la Russia che si svolge all’interno e attraverso […]

Leggi tutto…


Tutto per il fronte, tutto per la vittoria. Dichiarazione di Gennadi Zyuganov, Presidente del Comitato Centrale KPRF

Pubblicato il

di Gennadij Zjuganov Presidente del Comitato Centrale KPRF da https://histoireetsociete.com La situazione nella zona di guerra in Ucraina è recentemente cambiata radicalmente. L’esercito del regime neonazista ha lanciato una controffensiva. Gli attacchi terroristici al gasdotto Nord Stream-2, al ponte di Crimea e il bombardamento quotidiano della centrale nucleare di Zaporozhye dimostrano che i globalisti non […]

Leggi tutto…


Chi ha sabotato il Nord Stream? Se troppi indizi fanno una prova…

Pubblicato il

di Alessandro Di Battista da https://www.lindipendente.online/2022/10/04/chi-ha-sabotato-il-nord-stream-se-troppi-indizi-fanno-una-prova/ “La nuova rotta di approvvigionamento del gas per l’Europa”. Questa la scritta che campeggiava l’8 novembre del 2011 – giorno della cerimonia di apertura del Nord Stream – dietro ai volti sorridenti di alcuni dei politici europei più importanti di allora. Era raggiante la cancelliera tedesca Angela Merkel, conscia […]

Leggi tutto…


bambini mondo pace

Guerra o pace?

Pubblicato il

di Marco Pondrelli Nei giorni scorsi abbiamo dato conto dell’avanzata ucraina e delle perdite territoriali russe. Allo stesso tempo il discorso alla nazione di Putin ha aperto nuovi scenari. Da una parte esso ha rappresentato un’escalation controllata con la mobilitazione parziale e il riconoscimento dei referendum, dall’altra ha dischiuso lo spazio ad una trattativa. Al […]

Leggi tutto…


I “valori occidentali” ora includono la celebrazione degli attacchi terroristici contro le infrastrutture civili

Pubblicato il

di Andrew Korybko da https://korybko.substack.com Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it La guerra per procura della NATO guidata dagli Stati Uniti contro la Russia attraverso l’Ucraina è stata raccontata dal miliardo d’oro dell’Occidente come una presunta lotta a sostegno dei cosiddetti “valori occidentali”, che però ora includono una curiosa aggiunta alla “democrazia” e ai “diritti […]

Leggi tutto…


L’Occidente sta screditando l’articolo 5 della NATO sostenendo che la Russia ha fatto esplodere il Nord Stream

Pubblicato il

di Andrew Koryblo da https://oneworld.press/ Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it Le fake news dei media occidentali guidati dagli Stati Uniti, secondo cui la Russia avrebbe fatto esplodere i gasdotti Nord Stream, sono controproducenti per gli interessi di chi produce questa narrazione. Facendo credere che questa potenza mondiale abbia attaccato le infrastrutture della Germania, membro […]

Leggi tutto…


La decisione dell’Arabia Saudita nell’OPEC+ non ha sorpreso gli osservatori obiettivi

Pubblicato il

di Andrew Korybko da https://korybko.substack.com Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it Un panico palpabile si è diffuso nella comunità degli esperti occidentali, con presunti guru che si affannano a spiegare perché l’Arabia Saudita abbia accettato di tagliare la produzione di petrolio insieme alla Russia durante il vertice OPEC+ di mercoledì a Vienna. Si pensava fino […]

Leggi tutto…