Ordina per
maro-india-kerala

Un popolo di fanti, di navigatori e di furbi

Pubblicato il

di Tommaso Di Francesco | da il Manifesto del 12 marzo 2013 «L’Italia ha informato il Governo indiano che, stante la formale instaurazione di una controversia internazionale tra i due Stati, i fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone non faranno rientro in India alla scadenza del permesso loro concesso»: è la breve nota […]

Leggi tutto…


I marò restano in Italia, sciopero dei pescatori in India

Pubblicato il

di rassegna.it Scoppia la protesta nella regione del Kerala dove i militari italiani sono accusati di aver ucciso due pescatori, scambiati per pirati. Il sindacato locale ha indetto uno sciopero e prepara una manifestazione nazionale. Il premier indiano contro l’Italia Parla di “ingiustizia” e “fiducia tradita” Abdul Ghani, presidente dell’Unione Nazionale Marittimi in India, di […]

Leggi tutto…


newsdalmondo banner

Sciopero generale in India: i partiti comunisti e di sinistra si congratulano con i lavoratori

Pubblicato il

Comunicato stampa | da cpim.org Traduzione a cura di Marx21.it I partiti di Sinistra indiani, Partito Comunista dell’India (Marxista), Partito comunista dell’India, Blocco Avanti dell’India e Partito Rivoluzionario Socialista, hanno diffuso il seguente comunicato: I partiti di sinistra salutano calorosamente la classe operaia, gli impiegati e gli altri settori del popolo lavoratore che hanno contribuito a […]

Leggi tutto…


electroluxfactorythailand-450x299

Il gruppo Electrolux licenzia 127 operai e sindacalisti nello stabilimento in Thailandia

Pubblicato il

da www.notizieinternazionali.net Il management di Electrolux a Rayong in Thailandia nel rifiutarsi di negoziare con i rappresentanti dei lavoratori, prima tiene rinchiusi in fabbrica per 8 ore oltre cento operai, tra cui una donna incinta, poi licenzia 127 lavoratori tra cui il presidente del sindacato locale. In una lettera indirizzata alla direzione aziendale in Svezia, che […]

Leggi tutto…



Taiwan e la pena di morte. Un pezzo di storia di doppia morale

Pubblicato il

di Diego Angelo Bertozzi Comunicano alcune organizzazioni impegnate sul fronte umanitario e dei “diritti umani”: “Il 21 dicembre scorso in Cina sono state eseguite sei condanne a morte: Zeng Si-ru, Hung Ming-tsung, Huang Hsien-cheng, Chen Chin-huo, Kuang Te-chiang Te e Tai-ying sono stati spediti all’altro mondo, con il classico colpo alla nuca e nel cuore, […]

Leggi tutto…


La Corea del Nord apre agli investitori stranieri

Pubblicato il

da italian.ruvr.ru Le autorità nordcoreane hanno in programma di aprire l’economia del Paese agli investitori stranieri. Per delle consulenze in materia Pyongyang ha coinvolto esperti tedeschi. La Corea del Nord è più interessata non al modello economico cinese, in cui vengono create delle zone speciali aperte agli investimenti, ma a quello vietnamita, in cui vengono selezionate […]

Leggi tutto…


giappone bandiera

Risvegliare il “mostro” in funzione anticinese

Pubblicato il

di Diego Angelo Bertozzi per Marx21.it Un passo indietro come premessa Kita Ikki (1883-1937) è considerato il principale ideologo del “tennosei fashiuzumu” (Fascismo giapponese) e dell’espansionismo giapponese. Nella sua visione la riorganizzazione autoritaria interna del Giappone sarebbe stata funzionale alla sua espansione in tutta l’Asia, fino all’India e all’Australia. Questo obiettivo avrebbe dovuto essere raggiunto […]

Leggi tutto…


newsdalmondo banner

L’Australia si prepara al “Secolo Asiatico”

Pubblicato il

a cura della redazione Il primo ministro dell’Australia e leader del Partito Laburista, Julia Gillard, si è impegnata a rafforzare i legami di collaborazione con i paesi dell’Asia per permettere al suo paese di trarre giovamento dall’impetuosa crescita economica della regione e partecipare al cosiddetto “secolo asiatico”. Le misure che verranno adottate vengono descritte in […]

Leggi tutto…


okinawa proteste usa

Okinawa in piazza contro gli stupratori americani

Pubblicato il

di Anna Mazzone | da mondo.panorama.it Giappone sotto shock dopo lo stupro di una donna commesso da due marines Ad Okinawa sembra di essere tornati ai tempi della guerra, o subito dopo. Migliaia di giapponesi sono scesi in piazza per chiedere la chiusura della base navale americana dopo lo stupro ai danni di una donna, commesso […]

Leggi tutto…



newsdalmondo banner

Per gli Stati Uniti i militari birmani sono diventati “buoni”?

Pubblicato il

a cura della redazione Gli Stati Uniti hanno intenzione di invitare la Birmania alle manovre militari Cobra Gold previste per il prossimo anno e che verranno ospitate dalla Thailandia. La probabile presenza di alti ufficiali e soldati di Myanmar a questa nuova “esibizione di muscoli” statunitense assume persino un carattere grottesco, se solo si pensa […]

Leggi tutto…