Ordina per

Pnrr, chi l’ha visto?

Pubblicato il

A cura di Alba Vastano da http://www.blog-lavoroesalute.org/ ‘Sono in arrivo dall’Europa miliardi di euro e l’economia italiana ripartirà alla grande’. E’ la storiella che ci raccontano lorsignori, i nostri governanti, dai notiziari mainstream. C’è qualche dubbio che così non sarà. Non sta per scendere dalla slitta Babbo Natale con la gerla piena di doni. Per saperne di […]

Leggi tutto…


Il capolavoro di padroni & governo dei migliori

Pubblicato il

Trovo sbagliata l’attenzione esasperata a polemizzare ed individuare nemici. Come se l’andamento della pandemia dipendesse in tutto e per tutto dai comportamenti individuali (che, evidentemente, hanno il loro peso). di: Nino de Cristofaro In premessa, per evitare polemiche inutili, ripropongo, non sono parole mie, la posizione che condivido sui vaccini: “il virus solo a una […]

Leggi tutto…


forex pc

Rete unica e sicurezza nazionale

Pubblicato il

di Fabio Massimo Parenti e Igor Kranjec da http://www.beppegrillo.itCon l’avanzare dell’era digitale molti paesi sono impegnati a riadattare i propri sistemi socioeconomici in funzione della “quarta rivoluzione tecnologica”, incardinata in una crescente connettività tra persone, cose e luoghi, nonché in una straordinaria capacità di elaborazione dei dati, in termini quantitativi e qualitativi. […]

Leggi tutto…


banche valute

Il governatore Visco sconfessa Confindustria

Pubblicato il

di Kartana da https://contropiano.orgcPer caso Banca d’Italia, dopo la Fed, e dopo 40 anni di idiozie, basa la crescita futura sul plusvalore relativo?  Lo chiediamo perché sembra che il governatore Visco, ieri a Trieste, abbia detto che non ci si può più basare sulla competitività di costi e prezzi (plusvalore assoluto), come ribadito non più di una settimana fa […]

Leggi tutto…


balance

Basta con “Prima il Nord”. O l’Italia guarda a Mediterraneo e Asia o muore

Pubblicato il

di Kartana da https://www.lantidiplomatico.itRendetevi conto che già a gennaio 2020 eravamo sotto di 5.3% punti di Pil rispetto al 2008. Se crolliamo quest’ anno dell 11% ci metteremo, a questo ritmo, 15 anni per recuperare il 2008. Quindi ben che vada nel 2035 avremmo il Pil del 2008. […]

Leggi tutto…


belt road china africa

Trieste rivendica la libertà di fare governare il suo porto

Pubblicato il

di Maria Morigi Il porto di Trieste, unico nell’Adriatico, è dotato di fondali naturali profondi tali da garantire la movimentazione di navi transoceaniche, si trova al crocevia di due dei principali corridoi logistici transeuropei – quello che collega Baltico e Adriatico e quello mediterraneo – . Gode quindi di caratteristiche funzionali e previlegiate per la […]

Leggi tutto…


Banca Centrale Europea.jpg.pagespeed.ic.5 WOrwp1GO

Documento della Segreteria Nazionale del Pci RECOVERY FUND: UNA PROVVIDENZA INADEGUATA E SOCIALMENTE PERICOLOSA

Pubblicato il

riceviamo e pubblichiamo come contributo alla discussione I principali organi di stampa hanno salutato con enfasi, a nostro parere eccessiva, la proposta franco-tedesca del cosiddetto Recovery Fund (Fondo per la Ripresa), concepito per far fronte a una crisi economica e sociale ulteriormente drammatizzata dalla planetaria emergenza sanitaria. Si è sottolineato che, dei complessivi 750 miliardi […]

Leggi tutto…


catena di montaggio 01

Gli effetti perversi della moderazione salariale e la proposta di stato innovatore di prima istanza

Pubblicato il

di Guglielmo Forges DavanzatiStesura provvisoria – febbraio 2019 1 – Introduzione Le politiche economiche messe in atto in Italia negli ultimi anni, in piena coerenza con quanto suggerito dalla commissione europea e con quanto realizzato in altri Paesi europei, si fondano essenzialmente su due assi: consolidamento fiscale e riforme strutturali. Il consolidamento fiscale viene raggiunto attraverso […]

Leggi tutto…


debito europa

A Prestito o a fondo perduto?

Pubblicato il

di Francesco CappelloMes e altri strumenti di debito Abbiamo già versato al MES (dal 2012, anno della sua prima istituzione) quasi 60 miliardi, presi a prestito sui mercati finanziari. Per onorare tali debiti, tra le altre cose, abbiamo tagliato la sanità pubblica rinunciando, a posti letto, personale sanitario, chiudendo o ridimensionando reparti di terapia intensiva, […]

Leggi tutto…


cappello

Invertire la rotta

Pubblicato il

di Francesco CappelloFARE PRESTO E BENE PERCHÉ SI MUORE DICEVA DANILO DOLCI  Pochi si rendono conto di quel che sta per accadere se non si dovesse correre ai ripari nel brevissimo termine e nel modo più adeguato e meno compromettente possibile. Servono misure eccezionali per evitare il superamento del punto di non ritorno. Prima del virus eravamo già prossimi alla […]

Leggi tutto…


crisi economica suicidio 300

Preoccuparsi dell’inflazione

Pubblicato il

Pubblichiamo l’ultimo editoriale di Guido Salerno Aletta Preoccuparsi già oggi dell’inflazione che verrà, di qui a qualche mese o nei prossimi anni, potrebbe apparire davvero prematuro: un vezzo intellettuale, un dibattito bizantino sul sesso degli angeli. Basta invece pensare ai mille dubbi che assalirebbero, per il timore di un contagio, chi tra qualche settimana entrasse […]

Leggi tutto…


draghi euro bandiera

Draghi contro Draghi

Pubblicato il

di Thomas Fazi da https://www.lintellettualedissidente.it La lettera dell’ex Presidente della BCE inviata al “Financial Times” ha provocato un cortocircuito nella narrazione economica europea, pertanto deve farci riflettere sulle sue conseguenze. Quanto Federico Caffè è rimasto in Mario Draghi? Mario Draghi ha firmato un articolo sul Financial Times in cui dice che i Paesi dell’eurozona devono fare più debito pubblico per far fronte all’emergenza […]

Leggi tutto…