Ordina per
vladimiro giacche

Un messaggio sensato ai politici

Pubblicato il

di Vladimiro Giacché | da il Fatto Quotidiano del 15 gennaio 2012   Per S&P’s il problema non sono i singoli paesi ma l’Europa, le cui politiche “possono risultare insufficienti” (garbato eufemismo) per far fronte agli stress sistemici incombenti sull’eurozona. Questo, dice la società di rating, perché i problemi finanziari dell’eurozona sono la conseguenza non […]

Leggi tutto…



Vladimiro Giacchè. Una crisi di sistema

Pubblicato il

[…]

Leggi tutto…


james tobin-w300

Quanto fumo sulla Tobin Tax

Pubblicato il

di Emiliano Brancaccio | da www.emilianobrancaccio.it   Quando Keynes (1936) e Tobin (1972) proposero, rispettivamente, un’imposta sulle transazioni finanziarie e un’imposta sulle transazioni valutarie, il loro scopo prioritario era quello di fissare un’aliquota sufficientemente elevata in modo da scoraggiare le transazioni. Il proposito principale, infatti, non era quello di ricavare gettito dagli scambi di titoli o […]

Leggi tutto…


Il reale obiettivo di Draghi nell’Eurozona

Pubblicato il

di Mike Whitney | Traduzione di Curzio Bettio di Soccorso Popolare di Padova Per concessione di CounterPunch Data dell’articolo originale: 23/12/2011   Schiacciare i lavoratori ed imporre austerità   Immaginate che il vostro banchiere vi proponga un prestito di 150 mila dollari per compensarvi dei soldi che avete perso sulla vostra casa, conseguentemente allo scoppio della […]

Leggi tutto…


dollari yen

Cina e Giappone abbandonano il dollaro

Pubblicato il

di Enrico Piovesana* | da Eilmensile.it   Due tra le economie più importanti del pianeta non useranno più la moneta statunitense per transazioni finanziarie e scambi commerciali   Giornali e Tg non ne parlano, ma per gli ambienti finanziari globali è la notizia-bomba di queste festività natalizie: la seconda e la terza economia mondiale, Cina […]

Leggi tutto…


europa crisi-w300

Europa unita, il piano “B” non esiste

Pubblicato il

di Felice Roberto Pizzuti   La politica economica comunitaria si sta caratterizzando per aspetti sempre più paradossali; due recenti esempi lo confermano. Il 21 dicembre, le banche europee hanno aderito ben oltre le pur ampie aspettative all’eccezionale offerta da parte della Bce di prestiti illimitati concessi al conveniente tasso dell’1%, con durata fino a tre […]

Leggi tutto…


vladimiro giacche

Seminario “Per un’analisi marxista dell’attuale crisi economica”

Pubblicato il

Seminario “Per un’analisi marxista dell’attuale crisi economica” Roma, Venerdì 16 Dicembre Vladimiro Giacchè, economista relazione su “La crisi globale e la fine del capitalismo dal volto umano” ASCOLTA LA REGISTRAZIONE AUDIO […]

Leggi tutto…


manifestazioni grecia_crisi-w350

Crisi greca, Unione monetaria e Unione europea

Pubblicato il

di Demostenes Floros | da Limes 6/2011, pubblicato con l’autorizzazione dell’autore   1. Per un approccio della crisi greca Ogni scuola di pensiero parte, a seconda delle proprie convinzioni, da ipotesi interpretative diverse e giunge a formulazioni teoriche proprie. Sulla base di un approccio teorico che potremmo definire tipicamente neoclassico, la crisi odierna ha avuto […]

Leggi tutto…


occupy wall_street-w350

Il capitalismo moderno è sostenibile?

Pubblicato il

di Kenneth Rogoff* | traduzione di Curzio Bettio di Soccorso Popolare di Padova   *Professore di scienze economiche e politiche pubbliche presso la Harvard University, dall’agosto 2001 al settembre 2003 ha occupato l’incarico di consigliere economico e direttore del settore ricerche del Fondo Monetario Internazionale.   www.project-syndicate.org   Cambridge, 2 dicembre 2011   La versione ultima […]

Leggi tutto…


eu noausterity-w350

La BCE deve agire

Pubblicato il

di Vladimiro Giacché | su il Fatto Quotidiano   Secondo la tesi prevalente nelle istituzioni europee per uscire dalla crisi del debito sovrano in Europa sono essenziali rigorose manovre di austerity. E’ vero? No. “Il momento giusto per effettuare manovre di austerity sono i periodi di espansione, non quelli di recessione”. Queste parole di buon […]

Leggi tutto…


germania bandiera_borsa-w350

La resa dei conti

Pubblicato il

di Giuseppe Amata   Ormai tutto sembra chiaro: la Germania vuole allargare la sua influenza in Europa, o meglio vuole dominare economicamente l’Europa, con una politica restrittiva imponendo a tutti di sfiancarsi nella corsa per l’eccessiva riduzione del debito. Ciò procura tanti vantaggi al capitale finanziario tedesco, mandando in recessione l’economia di molti paesi, espellendo […]

Leggi tutto…