Una petizione in solidarietà con i comunisti ungheresi

Il Partito Comunista dei Lavoratori Ungherese, un partito ben considerato nel paese e internazionalmente, deve affrontare il serio pericolo di essere messo fuori legge.

Potenti forze reazionarie in Ungheria, tollerate dal governo del paese, hanno imbastito contro l’intera leadership del partito un processo “per oltraggio alla giustizia”.

Il pretesto per questo nuovo attacco sostenuto dallo stato contro i comunisti nell’Unione Europea è rappresentato da una dichiarazione che criticava la decisione assunta da un tribunale ungherese contro il partito, in violazione della costituzione, delle leggi del paese, e delle raccomandazioni del Consiglio d’Europa e di altre istituzioni riguardanti i partiti politici, che sono state ratificate dal governo ungherese.

Questa petizione on-line è una delle numerose iniziative di sostegno e solidarietà già in corso in Ungheria e in molti altri paesi.

Le firme apposte alla petizione saranno inoltrate alle autorità Ungheresi, all’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa, al Parlamento Europeo e ad altre istituzioni allo scopo di incoraggiare i comunisti Ungheresi nella loro lotta per le libertà democratiche.

Grazie per il sostegno e l’ampia diffusione.