LA POLIZIA CARICA I LAVORATORI ATITECH

Un lavoratore dell’Atitech di Napoli è stato ferito alla testa durante i tafferugli con le forze dell’ordine davanti al centro direzionale di Alitalia. Circa 400 lavoratori, giunti dagli stabilimenti di Napoli di Atitech (una società legata ad Az servizi), hanno cercato di entrare nella sede di Alitalia dove è previsto l’avvio del confronto tra i vertici di Air France-Klm e i sindacati. alla relazione delle forze dell’ordine hanno risposto lanciando uova e altri oggetti. Quando sono stati allontanati da polizia e carabinieri, sono nati dei tafferugli che hanno coinvolto i manifestanti e le forze dell’ordine. Uno dei lavoratori è rimasto ferito alla testa ed è stato soccorso da un’ambulanza.
Intanto a Roma una trentina di lavoratori del reparto motori di Alitalia staziona in agitazione sindacale, si è messa dinanzi al varco doganale numero 5 dell’ aeroporto di Fiumicino, senza però bloccarne l’operatività e l’accesso. «Siamo qui in assemblea secondo la legge 300 – spiega Massimo Celletti, rappresentante della Filt Cgil di Alitalia maintenance system – preferiamo rimanere qui senza recarci alla sede della Magliana. Siamo preoccupati per il nostro futuro, di cui vogliamo essere protagonisti senza dipendere dalle decisioni di Air France: non siamo disposti a subire passivamente questo suicidio industriale». Secondo quanto hanno riferito gli stessi lavoratori, alcune decine di persone impiegate nello stesso settore hanno raggiunto, nel primo pomeriggio, la sede della Magliana