Interrogazione del senatore Fosco Giannini e di altri senatori Prc

Interrogazione a risposta orale

Al Ministro della Difesa

Premesso che:

apprendiamo in data 31 luglio 2007, a distanza di circa due mesi dall’ultimo attentato, durante il quale una bomba ferì due militari della Brigata Sassari, che una pattuglia del contingente italiano in Afghanistan, impegnata in attività di perlustrazione, è stata attaccata a Farah, a sud di Herat, nel settore occidentale del Paese;

non si registrano, tra i soldati italiani, né morti né feriti, ma lo scontro a fuoco è stato particolarmente violento e ad altissimo rischio;

solamente giovedì 26 luglio 2007, in Senato, il Ministro della Difesa Arturo Parisi aveva lanciato l’allarme di un possibile offensiva dei Taliban contro le truppe italiane;

Considerato che:

quest’ultimo attentato avviene in un quadro di acutizzazione dello scontro militare in Afghanistan, che vede il moltiplicarsi degli attacchi e dei massacri da parte delle forze Usa e Nato contro la popolazione civile afgana;

Si chiede:

che il Governo riferisca e chiarisca la vicenda dell’attacco del 31 luglio contro le truppe italiane;

che il Governo informi su come stiano procedendo i lavori per la Conferenza di Pace in Afghanistan;

che il Governo informi delle eventuali difficoltà che incontra il progetto della Conferenza di Pace;

se non si ritenga opportuno, nel nuovo e drammatico quadro costituitosi, rilanciare in modo determinato il progetto di uscita strategica dall’Afghanistan.

Sen. Fosco Giannini
Sen. Lidia Brisca Menapace
Sen. Josè Luis Del Roio
Sen. Adelaide Gaggio Giuliani
Sen. Tiziana Valpiana
Sen. Maria Celeste Nardini
Sen. Francesco Martone
Sen. Giovanni Confalonieri
Sen. Annamaria Palermo
Sen. Salvatore Bonadonna
Sen. Olimpia Vano