IL 25 APRILE I COMUNISTI E LA SINISTRA TORNANO IN PIAZZA

I Comunisti sono fuori dal Parlamento, ma non dalla società. Per colpa del patto scellerato tra Berlusconi e Veltroni e per effetto del “Porcellum”, per la prima volta nella storia repubblicana non saremo rappresentati alla Camera e al Senato. Ma eccoci di nuovo in piazza a far sentire la nostra voce, a partire dal 25 Aprile, nel 63° Anniversario della Liberazione dal nazifascismo.

Con le nostre bandiere, con i nostri simboli, lanciamo un appello ad un nuova Resistenza, contro il governo delle destre ed ogni forma di revisionismo storico. Un appello per la difesa della Costituzione antifascista, oggi messa a repentaglio da Berlusconi e dai suoi alleati di governo, tra cui spiccano i fascisti Mussolini e Ciarrapico, i razzisti Bossi e Calderoli e quel Dell’Utri che, mentre infanga la memoria dei partigiani, ha definito il mafioso Mangano “un eroe”.

Chiamiamo a raccolta i nostri militanti e tutte le forze autenticamente di sinistra, per coagulare una nuova opposizione politica e sociale che non dia tregua alle destre e smascheri l’inganno di Veltroni.

Un’opposizione dal basso che faccia sentire il fiato sul collo al Parlamento di regime e dica “no” ad ogni ulteriore richiesta di lacrime e sangue ai lavoratori, i pensionati e i ceti sociali più deboli. Ripartiamo dai valori più alti della Resistenza: la lotta di Liberazione ci ha insegnato che, nonostante le difficoltà e le manovre repressive, i Comunisti e la vera sinistra sono capaci di riorganizzarsi e di tornare più forti di prima, sempre pronti a difendere le conquiste democratiche e di civiltà.

25 APRILE 2008

Ore 10 – Villa Comunale di Reggio Calabria

Sit-in presso la Stele del Partigiano

Partito della Rifondazione Comunista

Partito dei Comunisti Italiani

Reggio Calabria