I primi 100 compagni/e del PRC della Calabria contro l’esclusione del senatore Fosco Giannini

Abbiamo appreso con molto stupore le posizioni assunte dal gruppo dirigente del PRC circa l’esclusione dalle candidature del compagno e senatore Fosco Giannini, poiché appartenente ad una minoranza “di opposizione” diversa dalle cosiddette “minoranze dialettiche”, un’opposizione che si batte per l’autonomia comunista e si oppone alla costruzione del partito unico della sinistra. Il compagno Ferrara, persona intelligente, saprà di certo che queste posizioni rischiano di apparire, dentro e fuori del PRC, molto lontane dai più elementari principi di democrazia interna e che rischiano di ledere l’immagine del soggetto “unico e plurale”. C’è il rischio, inoltre, che quelle affermazioni appaiano la reazione dura e preoccupata di chi sa di sostenere un progetto debole. La distinzione tra minoranze dialettiche e minoranze di opposizione sarà percepito dai più, anche all’esterno del PRC, come un atto politicamente sbagliato, persecutorio, appartenente ad altri tempi e ad altre oscure storie. Tanto più che, avendo noi tutti – dirigenti, iscritti e militanti del PRC della Calabria – avuto modo di lavorare spesso con il compagno Giannini, quale rappresentante istituzionale del PRC per la Calabria, possiamo asserire, senza paura di smentita, che il suo lavoro parlamentare è stato egregio. La sua presenza sul territorio è stata costante; lungo tutti i venti mesi del governo Prodi il suo impegno per la Calabria è stato totale; legato al Partito calabrese, sempre al fianco dei lavoratori, schierato in difesa delle fasce deboli della popolazione calabrese, così come vuole la sinistra, anche quella Arcobaleno. La nostra difesa, beninteso, non è affatto personale, ma politica. Perché vorremmo che la sinistra, in pieno accordo con quanto dichiarato dai dirigenti nazionali, fosse ampia, aperta e inclusiva, e non, viceversa, esclusiva con chi manifesta la propria coscienza critica. Con queste righe, dunque, stigmatizziamo fortemente il fatto che il gruppo dirigente del PRC abbia escluso, punendolo solo per le sue posizioni politiche, il compagno Giannini dalle liste elettorali. Punire per posizioni politiche lealmente assunte e dichiarate non depone certo a favore di un rinnovamento democratico di un partito, comunista o di sinistra che sia.

Roberto Adamo
Maria Arena
Rossana Bartolo
Carmine Belmonte
Giuseppe Belsito
Giacomo Borello Slai-Cobas
Beniamino Bria direttivo “P. Impastato” Rose
Piera Bruno
Carmela Bono
Lucia Belverde
Antonella Belvedere
Domenico Battaglia segretario circolo cittadino
Francesco Bevilacqua
Fabio Berlingeri
Graziella Battaglia
Carmelo Cataneo Slai-Cobas
Carlo Callà
Francesca Ceravolo
Carmen Cipparrone
Cecilia Cavallo
Rocco Curatolo
Giorgio Ceravolo
Angela Cervolo
Antonio Curatolo
Andrea Cutrolla
Fortunato Chirico direttivo di circolo
Giuseppe Carano
Nicola Comerci
Andrea Corigliano
Caterina Cusumano
Domenico D’ambrosio
Massimo Falduto direttivo di circolo
Vincenzo Francica direttivo di circolo
Enrico Gagetta
Renato Giannini segretario di circolo
Loredana Grossi
Grazia Gurzì direttivo di circolo
Giuseppe Gaglianò
Diega Gallo
Giovanni Germinara
Gregorio Greco
Roberto Gerace
Rosario Gramendola
Marco Imbrogno Consigliere Comunale Prc
Francesco Iannuzzi
Domenico Laganà Slai-Cobas
Aldo Lucente
Nicola Lobianco
Claudina Lucchese
Rita Le Pera
Giacomo Legname
Domenico Laganà
Matteo Malerba Assessore Provinciale Prc
Giuseppe Maglia Slai-Cobas
Domenico Martelli
Concetta Madia
Alessia Mattia Masseria
Holmo Marino segretario di circolo
Antonio Marramao
Giuseppe Marino
Salvatore Clemente Mazzitello
Alesssandro Marzano
Rossella Marzano
Salvatore Messina
Gianfranco Messina
Andrea Nardo
Giovanni Patania coordinamento Slai Cobas
Sasà Pellegrino segretario di circolo
Salvatore Pirri – direttivo di circolo
Giacomo Pizzonia segretario di Circolo
Giuseppina Parisi
Domenico Pizzonia
Roberto Pizzonia
Pasquale Parisi
Vincenzo Peris
Rocco Procopio
Maurizio Procopio
Gregorio Piperno direttivo di circolo
Salvatore Pirozzo
Anna Patania associazione “Mamme di Bivona”
Anita Patania associazione “Mamme di Bivona”
Domenico Patania
Giuseppina Panzanella
Guido Ricottilli
Enza Riga associazione “Mamme di Bivona”
Giulio Rotiroti
Giovanni Sicari Slai Cobas
Francesco Staropoli segretario di circolo
Caterina Schiariti
Ignazio Samà
Giuseppe Stella comitato politico federale
Vito Sorrentini
Matteo Stella
Annamaria Falcone Stella
Vitaliano Sesisto
Giovanni Surace
Katia Vallone
Michele Valerioti
Daniel Valerioti
Anna Maria Vavalà