Dal 2010, una moneta comune per i paesi appartenenti all’ ALBA

Nel corso della conferenza stampa di presentazione del vertice di Cochabamba (Bolivia) dei presidenti e dei ministri dell’economia dei paesi latinoamericani appartenenti all’ “Alleanza Bolivariana per le Americhe” (ALBA), il viceministro boliviano per le esportazioni, Huascar Ajata, ha annunciato che il tema fondamentale all’ordine del giorno sarà quello relativo all’approvazione del cosiddetto “Sistema Unico di Compensazione Regionale” (sucre), da utilizzare per le operazioni di commercio estero.

Nel corso del vertice verrà ratificato così uno strumento di pagamento (che si affianca a euro e dollaro) e definite le modalità di attuazione del processo della sua introduzione, che dovrebbero diventare operative “in tempi brevi”, dal momento che “l’anno prossimo sono previste le prime operazioni in sucres”.

Ajata ha aggiunto che ci troviamo di fronte ad un “tentativo” dei paesi appartenenti ad ALBA di fare del sucre non solo uno strumento di pagamento delle transazioni commerciali, ma una vera e propria moneta unica, come è accaduto con l’euro nell’Unione Europea.

Nel corso della riunione di venerdì e sabato, che vedrà la partecipazione di una rappresentanza della Russia (in qualità di paese invitato), verranno affrontate anche le questioni riguardanti la creazione del Trattato di Commercio dei Popoli (TLP), un accordo commerciale, politico e sociale, proposto in alternativa ai Trattati di Libero Commercio (TLC), promossi dalle potenze imperialiste e criticati dai paesi membri del blocco ALBA.

I presidenti affronteranno anche altri temi di carattere politico e militare. Per sabato è prevista una riunione delle organizzazioni sociali dell’alleanza.

Al vertice è stata confermata la presenza, oltre che di Evo Morales, dei leader del Venezuela, Hugo Chavez, dell’Ecuador, Rafael Correa, del Nicaragua, Daniel Ortega e, in qualità di invitato, del presidente del Paraguay, Fernando Lugo.