Conferenza Internazionale dei partiti comunisti e operai

M73 partiti comunisti e operai di tutti i continenti si sono incontrati ad Atene dal 18 al 20 novembre 2005 all’”International Meeting of Communists and Workers’ Parties”, sul tema: “Tendenze attuali del capitalismo. Effetti economici, politici e sociali. L’alternativa dei comunisti”.

Molti partiti che non sono potuti intervenire hanno inviato saluti e contributi scritti, inclusi nei documenti della conferenza. Nei tre giorni della conferenza vi è stato uno scambio vivo sulla situazione internazionale e sul lavoro nei movimenti di massa, sulla lotta dei popoli e sulle attività dei partiti comunisti e operai. I partecipanti hanno proposto e adottato dichiarazioni di solidarietà su un gran numero di questioni internazionali.

Gli interventi hanno riferito sulle situazioni e sulle tendenze contemporanee del capitalismo. È stata rilevata l’aggressività imperialistica in tutti i campi e l’attacco ai diritti sociali e del lavoro. Si sono scambiate esperienze sui movimenti e le lotte dei popoli nelle diverse situazioni dei diversi paesi e del ruolo dei comunisti in essi. La discussione ha evidenziato l’esigenza storica del socialismo e si sono scambiati punti di vista sulle vie per progettare e promuovere questo obiettivo nel 21° secolo.
Si è sottolineata la necessità di sviluppare la solidarietà politica attiva ed il sostegno tra i Partiti Comunisti e Operai e, più in generale, tra i movimenti popolari e si sono scambiati punti di vista sulle forme possibili di un’azione congiunta.

I partecipanti hanno espresso l’esigenza che incontri simili debbano continuare e moltiplicarsi a livello internazionale e regionale e hanno posto l’accento sull’effetto positivo che può avere la cooperazione tra i Partiti Comunisti e Operai per il coordinamento e l’unità d’azione con le più ampie forze democratiche, antimperialiste, antimonopoliste e patriottiche. È stata evidenziata l’importanza decisiva di un confronto di idee e di una discussione teorica sulla questione del Socialismo oggi.

Sono state proposte una serie di iniziative, che possono rappresentare dei passi avanti per il successivo sviluppo della solidarietà e dell’azione comune tra i Partiti Comunisti e Operai:

1. Una campagna congiunta per la liberazione dei 5 patrioti cubani, che può comprendere l’organizzazione della visita di una delegazione di parlamentari, dirigenti sindacali ed altre personalità nelle prigioni USA.

2. Delegazioni di brigate internazionali di solidarietà con Cuba ed il Venezuela. Sostegno attivo a tutte le iniziative contro il Free Trade Agreement of Americas (FTAA / ALCA). Mobilitazioni per l’estradizione di Carrilles in Venezuela.

3. Azioni congiunte contro la risoluzione anticomunista del Consiglio d’Europa. Promozione di risoluzioni congiunte, raccolte di firme e proteste in tutti i paesi.

4. Campagna sul valore attuale del socialismo in occasione del 90° anniversario della Rivoluzione Socialista d’Ottobre, nel 2007.

5. Campagna contro la povertà, la disoccupazione, le guerre, per la diminuzione del tempo di lavoro, la riforma della sicurezza sociale e dei diritti del lavoro, in occasione del 1o Maggio 2006; contro i programmi strutturali del Fondo Monetario Internazionale e della Banca Mondiale e per la cancellazione del debito estero dei cosiddetti paesi del terzo mondo.

6. Incontro di educatori comunisti dei paesi europei sull’impatto delle ristrutturazioni capitaliste e sulla strategia di Lisbona per quanto riguarda l’istruzione. Lavoro congiunto sulle questioni connesse alla diffusione dell’ideologia e dei valori comunisti tra i giovani, e aspetti riguardanti l’uso di Internet.

7. Campagna europea contro le misure di antiterrorismo dell’UE. Sostegno alle attività del Partito Comunista Finlandese durante il vertice dell’Unione Europea.

8. Monitoraggio sistematico delle persecuzioni contro i Partiti Comunisti ed altre forze antimperialiste, come la messa fuori legge di Partiti Comunisti, denunciando dove sono illegali e dove i loro membri sono perseguitati, imprigionati e illegalmente sorvegliati. Creare un gruppo di lavoro su queste questioni.

9. Sostegno attivo alla più larga partecipazione agli incontri regionali dei Partiti Comunisti, come quelli che si svolgono già in America Latina e in altre regioni.

10. Sostegno all’iniziativa europea del Partito Comunista Portoghese sugli sviluppi della situazione in Europa e nell’Unione Europea, prevista per il marzo 2006.

11. Incontro dei Partiti Comunisti e dei movimenti contro la guerra nei Balcani, contro la modifica dei confini e contro gli interventi imperialisti della NATO, degli USA e dell’ Unione Europea.

12. Campagne per il ritiro delle forze d’occupazione dall’Iraq, contro la NATO e le basi militari straniere. Sostegno all’iniziativa del Partito Comunista Canadese a Vancouver, nel giugno 2006 e ad altre rilevanti iniziative in materia.

13. Solidarietà con la Repubblica Democratica di Corea che si trova a fronteggiare un blocco economico diretto dagli USA e minacce di aggressione imperialista. Sostegno ai popoli di tutti i Paesi che affrontano analoghe minacce.

14. Azioni contro il piano del “Grande Medio Oriente”. Solidarietà attiva col popolo irakeno, per la fine dell’occupazione ed il ripristino della sovranità nazionale del paese. Solidarietà ai popoli libanese e siriano nella loro lotta contro le pressioni imperialiste e l’interferenza negli affari interni dei loro paesi. Respingiamo le minacce imperialiste contro l’Iran ed esprimiamo la nostra solidarietà al suo popolo nella sua lotta per la pace, il progresso, i diritti democratici e la giustizia sociale. Intensificare le azioni di solidarietà con le forze amanti della pace in Israele. Stabilire una giornata internazionale di lotta contro il muro razzista di Israele in Palestina ed altre azioni connesse. Organizzare delegazioni congiunte di solidarietà di rappresentanti dei Partiti Comunisti di Libano, Siria, Palestina e Israele.

15. Moltiplicare le azioni di solidarietà con i popoli dell’Africa, contro lo sfruttamento imperialista; promuovere la cooperazione solidale e azioni congiunte con i Partiti Comunisti e Operai africani.

La data, il luogo e il tema dell’incontro internazionale del 2006, saranno decisi dal gruppo di lavoro dei Partiti Comunisti e Operai e di ciò sarà data per tempo comunicazione pubblica.

Atene, 20 novembre 2005