Vietnam e Cina intensificano le relazioni nel campo della difesa

(Courrier du Vietnam del 2/9/2011, traduzione a cura di S.R.)

“La cooperazione nel campo della difesa tra il Vietnam e la Cina deve continuare a svilupparsi nel futuro”. Su questo punto ha particolarmente insistito il generale di divisione Nguien Chi Vinh, vice ministro della difesa, nel corso di un’intervista rilasciata all’Agenzia Vietnamita d’Informazione (AVI) a conclusione del 2° Dialogo strategico di difesa cino-vietnamita, svoltosi il 28 agosto scorso a Pechino.

Parte importante delle relazioni strategiche e di cooperazione integrale tra la Cina e il Vietnam, i rapporti sul tema della difesa hanno contribuito negli ultimi tempi a consolidare i legami bilaterali tra i due paesi.

Essi permettono inanzitutto di creare una fiducia reciproca tra i due paesi. “Tanto più le relazioni in materia di difesa sono approfondite, tanto più elevata è la fiducia nella pace, la stabilità e la domanda di cooperazione”, ha dichiarato il gen. Vinh, sottolineando che la cooperazione cino-vietnamita è una consuetudine tradizionale. “In questa nuova congiuntura, la collaborazione ampia e regolare ai vari livelli rafforzerà la fiducia tra il Vietnam e la Cina”.

In seguito, ha aggiunto il vice ministro, basandosi sulla cooperazione militare nel campo della difesa, “noi abbiamo l’occasione di allargare le relazioni estere della nostra Armata, non soltanto con la Cina, ma anche con altri Paesi o in occasione di forum multilaterali”. E’ una forma di collaborazione possibile con altri paesi del mondo e della nostra regione con i quali il Vietnam ha stabilito relazioni economiche e politiche.

“La cooperazione nel campo della difesa contribuisce ad intensificare il potenziale militare del paese, particolarmente quello della formazione”, ha osservato Nguyen Chi Vinh. In effetti la Cina ha compiuto immensi progressi nel campo dell’educazione e della formazione, difesa inclusa. Il Vietnam ha inviato studenti per seguire corsi di formazione nei settori entro i quali la Cina si distingue come le arti, le scienze e le tecnologie.

Trattandosi di prospettive di cooperazione militare il vice ministro prevede che esse miglioreranno il livello delle relazioni generali tra i due paesi. “I legami politici tra il Vietnam e la Cina sono molto buoni, noi ci attendiamo prossimamente grandi eventi politici tra i due Partiti e i due Stati” ha aggiunto.

Peraltro, a giudizio del generale, “la cooperazione economica bilaterale ha fatto recentemente un balzo in avanti superando le nostre aspettative”. Nel 2010, la Cina è diventata un grande partner economico del Vietnam. Gli scambi commerciali bilaterali – circa 30 miliardi dollari l’anno passato – potranno essere aumentati nell’anno in corso. “In questo contesto generale, la cooperazione bilaterale nella difesa si svilupperà grazie alle condizioni favorevoli della situazione e grazie alle relazioni strategiche tra i due paesi”, ha dichiarato.

Inoltre, secondo il gen. Vinh, “il consolidamento di questa cooperazione è correlata al regolamento dei dissensi tra il Vietnam e la Cina”, riguardanti il Mare Orientale. In questo contesto la difesa ha come obbiettivo di impedire che i dissensi degenerino in conflitto. Motivi in più che spiegano perché “la cooperazione bilaterale nel campo della difesa ha bisogno di proseguire e svilupparsi ancor più nel futuro”, ha concluso.

Intervista raccolta da Hong Nga per la CVN il 1/9/2011.