UNIVERSITA’ – GIOVANI COMUNISTI E FGCI: BASTA REPRESSIONE, RITIRARE IL DECRETO, CACCIARE BERLUSCONI!

Oggi alla Camera un Governo ormai alla fine sta votando il peggior ddl della storia del Paese sulle politiche della conoscenza. Da mesi studenti, docenti, ricercatori sono impegnati in mobilitazioni di ogni tipo, in ogni parte d’Italia per esprimere contrarietà assoluta al ddl Gelmini. Ieri sono state occupate le Università quasi dovunque, centinaia di scuole, i tetti, le stazioni. Oggi a Roma abbiamo fatto un presidio assieme a studenti, studentesse, docenti, precari, con le associazioni studentesche, i collettivi, la FLC Cgil, sotto Montecitorio, e abbiamo partecipato anche ai blocchi della città nelle ore successive. Nel corso di queste azioni alcuni studenti sono rimasti contusi per via delle cariche della polizia, che ne ha fermati due, per ragioni ancora a noi sconosciute. Esprimiamo la nostra solidarietà ai due studenti in stato di fermo, e ribadiamo che stiamo con loro, come lo eravamo fisicamente stamattina, a chiedere il ritiro del ddl, le dimissioni di un Governo che parla delle proteste di oggi solo in termini di ordine pubblico. Chiediamo un’altra idea di democrazia per questo nostro Paese.

Giovani Comuniste/i
Federazione Giovanile Comunisti Italiani

Facebook
Twitter