Una vittoria della verità contro il pregiudizio e la menzogna

Una Corte d’Appello degli Stati Uniti ha annullato il processo ai 5 cubani arrestati in Florida nel settembre 1998 e ha ordinato che i processi a loro carico vengano rifatti.
Significativa la motivazione: “la prima condanna era frutto del pregiudizio degli esiliati cubani contro il governo di Fidel Castro”.
Esprimiamo apprezzamento per questa sentenza frutto anche della mobilitazione che, in Italia e in tutto il mondo, è stata realizzata in questi anni contro quegli arresti.
Forti di questo risultato si tratta di intensificare l’iniziativa per ottenere l’immediata scarcerazione dei 5 patrioti cubani e per ribadire la richiesta di cessazione, da parte del governo USA, del vergognoso embargo contro Cuba.
Dobbiamo inoltre batterci affinchè il governo italiano, come ha già fatto per altri motivi il governo venezuelano, chieda l’immediata estradizione del terrorista Posada Carrilles, oggi agli arresti domiciliari negli Stati Uniti, responsabile, tra le tante stragi, anche della morte a Cuba del nostro concittadino Fabio di Celmo.

*Coordinatore nazionale Essere Comunisti

Roma, 10 agosto 2005