Un documento della FMGD: “la NATO è un’alleanza contro i popoli”

La Federazione Mondiale della Gioventù Democratica (FMGD) ha lanciato una campagna per ricordare l’11° anniversario dei bombardamenti della Jugoslavia da parte della NATO e le altre offensive militari scatenate dall’Alleanza.

“Ricorrendo a falsi argomenti, la NATO e le sue forze alleate hanno cercato allora di illudere la gioventù e i popoli del mondo della legittimità dei loro attacchi, che hanno ucciso migliaia di civili. Ma non c’è voluto molto a dimostrare quali erano gli obiettivi imperialisti che stavano dietro a questa offensiva” – denuncia la FMGD nel documento redatto per l’occasione, rilevando il fatto che oggi il Kosovo è “una regione con seri problemi politici e sociali, dominata dalle potenze imperialiste, che vi hanno installato basi militari e promosso il crimine e la più grande mancanza di rispetto dei diritti dei popoli”.

Una situazione simile vivono anche l’Afghanistan e l’Iraq, paesi devastati dalla guerra imperialista. La stessa cosa accade ora in Libia, dove, ancora una volta, ricorrendo al pretesto del presunto “aiuto umanitario”, la NATO promuove un altro attacco alla sovranità e all’indipendenza dei popoli. “Coloro che ora invocano i diritti umani sono gli stessi che cercano di impedire gli scioperi e le manifestazioni dei popoli che lottano per i loro diritti. Sono gli stessi che, mentre tagliano salari e sostegni sociali, investono come mai è accaduto in precedenza in armamenti”, conclude il documento della FMGD.