Sosteniamo la forza che più coerentemente difende la Costituzione

E’ del tutto evidente l’importanza delle prossime elezioni politiche per noi costituzionalisti. C’è connessione, ed anche molto stretta, tra il voto del 9/10 aprile e quello che daremo qualche settimana dopo al referendum sulla legge costituzionale che modifica la II Parte della Costituzione. Il giudizio che abbiamo già espresso e che ribadiamo sul contenuto di tale legge è netto. Crediamo che si tratti di una gravissima e distorcente manipolazione della Costituzione del ’48, di un rovesciamento dei principi istituzionali cui si ispirano le norme che configurano l’ordinamento dello Stato repubblicano, di una compressione inedita della democrazia costituzionale. Crediamo che quelle modifiche rinneghino e si oppongano al significato ideale e storico del costituzionalismo.
Non possiamo ignorare quali siano state le forze politiche che hanno voluto ed approvato quella legge e quali altre la hanno contrastato e le si sono opposte. Sappiamo quindi quale è lo schieramento dei nemici e quale quello nel quale si collocano gli amici della Costituzione, le forze che condividono le ragioni del costituzionalismo. Tra queste forze, col massimo della coerenza e senza mai deflettere, si colloca Rifondazione comunista, che in ogni occasione ha dato prova del massimo rigore e dell’impegno più deciso e convinto nel sostenere il valore morale, politico e giuridico della Costituzione democratica ed antifascista e lo spirito del costituzionalismo democratico. Perciò, è alle liste di Rifondazione comunista per la Camera e per il Senato che andrà il nostro voto, convinti che il successo di queste liste garantirà nella prossima legislatura l’intangibilità dei principi e delle conquiste del costituzionalismo. Perciò è per le liste di Rifondazione comunista che chiediamo il voto delle elettrici e degli elettori che si battono per la difesa e l’attuazione della Costituzione e lottano per il progresso e lo sviluppo della democrazia costituzionale.

Gianni Ferrara
Alfonso Di Giovine
Ugo Rescigno
Gaetano Bucci
Claudio De Fiores
Michele Della Morte
Francesco Manna
Fabio Marcelli
Maurizio Oliviero
Giuliano Pisapia
Andrea Ronchi