Solidarietà ai comunisti cechi dagli intellettuali e consiglieri comunali e provinciali fiorentini

Firenze, 14/12/2005
All’attenzione dei rappresentanti diplomatici czeki in Italia

Con il presente vogliamo esprimervi tutta la nostra preoccupata condanna per il presente rigurgito reazionario e fascistoide in atto nel vostro paese. L’ “anticomunismo” giuridico è, sempre, stato elemento distintivo delle forze Reazionarie, antidemocratiche come dimostrano l’ esperienze del III° Reich, dell’Italia fascista, dell’ Ungheria di Horty, della Spagna di Franco, del Portogallo di Salazar o, più recentemente, della Grecia dei “colonelli” o del Cile di Pinochet. Del resto già nel vostro paese durante l’infausto periodo del ReichenProktetorat il Partito Comunista fu messo, legalmente, al bando! Vogliamo, dunque, ribadire la nostra più netta condanna per ogni tentativo, palese o mascherato, d’interdire l’attività di un partito, di un movimento politico che è stato, per giunta, legittimato da oltre “un quinto” del vostro elettorato ! (…come risulta dal responso delle urne ! …).

dott. Alessandro LEONI, “Consiglio Direttivo dell’ Istituto Storico d. Resistenza in Toscana ISRT”
dott. Aldo MANETTI, consigliere regionale in CRT Vicepresidente Commis. Bilancio
dott. Luciano GIANNONI, consigliere provinciale Livorno
dott. Stefano CRISTIANO, assessore Comune di Pistoia
Roberto CAPPELLINI, consigliere provinciale Pistoia
Gabriele BINI, consigliere comune di Empoli
Prof. Mariano MINGARELLI (FI)
Ugo FALLANI, consigliere Quartiere IV Firenze
Jacopo BORSI, consigliere Quartiere V Firenze
Mauro GIBELLINI, Massa – Carrara
Prof. Arrigo BORTOLOTTI, (FI)
Giorgio LINDI, Massa-Carrara
Paolo FATTORI, consigliere Comune di Prato
Mauro LENZI, consigliere Comune Colle V.d’Elsa (SI)
Sandro TROTTA, consigliere Comune di Livorno
Ugo BAZZANI, consigliere Comune di Quarrata (Pistoia)