Sì al proporzionale

Al compagno Piero Sansonetti
Direttore di “Liberazione”

Villanova di Castenaso, lì 6/09/2005

Caro Direttore,

non ricordo quale importante dirigente nazionale della Dc disse che lui, in caso di pioggia, non è che non avrebbe aperto l’ombrello soltanto perché lo avrebbero fatto anche i comunisti. Lui l’ombrello lo avrebbe aperto incurante del fatto che i comunisti avrebbero fatto la stessa cosa. E noi – dopo aver visto il disastro provocato dal maggioritario e il vulnus che esso ha inferto alla democrazia – dovremmo dire di no ad una legge elettorale che ripristinasse il proporzionale soltanto perché proposta da Follini del centro-destra?
Spero bene che se approdasse in Parlamento una legge del genere noi l’approveremmo senz’altro (a meno che essa non contenesse qualche truffa). Credo, anzi, che noi dovremmo cogliere l’occasione per rilanciare la campagna per il ripristino del proporzionale, come uno dei punti per il rafforzamento della democrazia in Italia, al contrario di quanto dice Franco Giordano su “Liberazione” (6/09/2005), quando dice che “a pochi mesi dal voto non ci sembra una soluzione democratica positiva” e al contrario di quanto dice Prodi, che ritiene che non si cambiano le regole in corsa.
Non vedo come il proporzionale dovesse far vincere nuovamente Berlusconi, se davvero gli italiani si sono stancati di lui e del suo governo.
Cordiali saluti.

Gilberto Volta