Quinta Conferenza Regionale di Solidarietà con Cuba dell’Asia e del Pacifico

fonte: “People’s Democracy”, settimanale del Partito Comunista dell’India (Marxista)

Traduzione a cura della redazione di l’Ernesto online

La Quinta Conferenza Regionale di Solidarietà con Cuba dell’Asia e del Pacifico (APRCSC) ha chiesto la fine del blocco criminale contro Cuba e l’immediato rilascio dei cinque eroi cubani seppelliti nelle prigioni statunitensi dal settembre 1998 in base a imputazioni false, ma in realtà per il solo “crimine” della lotta al terrorismo. La richiesta è stata inclusa nella Dichiarazione della conferenza che ha avuto luogo nella storica città di Vientiane, capitale della Repubblica Democratica Popolare del Laos, il 19-20 marzo. La conferenza si è anche pronunciata per la difesa dell’indipendenza, della sovranità e del diritto all’autodeterminazione di Cuba e per l’intensificazione del movimento di solidarietà con Cuba in ogni paese, attraverso l’utilizzo, quali fondamentali strumenti di azione, “della lotta per la verità e dell’iniziativa unitaria”.

Circa duecento delegati delle associazioni di amicizia, dei gruppi di solidarietà e di molti movimenti di Australia, Bangladesh, Cambogia, Cina, RDP della Corea, India, Indonesia, Giappone, Laos, Malaysia, Mongolia, Myanmar, Nepal, Nuova Zelanda, Filippine, Sud Corea, Sri Lanka, Tailandia, Timor Est, Vietnam e il Consiglio Mondiale della Pace (WPC) hanno partecipato all’incontro, che è stato organizzato congiuntamente dall’Associazione per l’Amicizia Laos-Cuba (LCFA) e l’Istituto Cubano di Amicizia con i Popoli (ICAP). Anche il segretario esecutivo del Consiglio Mondiale della Pace Iraklis Tsavdaridis ha presenziato ai due giorni della conferenza e ha ribadito il pieno sostegno del WPC a Cuba socialista.

L’esito positivo della conferenza riflette il sostanziale consolidamento dell’APRCSC. Esso è oggi riconosciuto come un efficiente forum in grado di allargare l’iniziativa di massa antimperialista in una regione che rappresenta più del 51% della popolazione dell’intero pianeta. Dopo la prima Conferenza di solidarietà con Cuba del 1994 all’Avana, si sono svolte quattro conferenze della regione dell’Asia-Pacifico finalizzate a sostenere Cuba socialista. La prima fu realizzata a Calcutta nel 1995, la seconda ad Hanoi nel 1997, la terza a Chennai nel 2006 e la quarta a Colombo nel 2008. Nel corso del meeting di Colombo è stata presa la decisione di tenere la quinta conferenza nel Laos. Ora la sessione di Vientiane ha deciso di convocare la Sesta Conferenza di Solidarietà con Cuba dell’Asia e del Pacifico in Cambogia, nel 2012.