PRC: GIORDANO:SABATO PROVA COSA ROSSA

Dopo le primarie del Pd, bisogna accelerare la nascita del «soggetto di sinistra», avviando entro quest’anno una forma di tesseramento e «facendo uscire allo scoperto chi ha ancora delle resistenze da opporre». È questa la prospettiva sottolineata da Franco Giordano nel suo intervento alla direzione del Prc. Il segretario comunista ha indicato «due passaggi significativi: da un lato, la nascita del Partito democratico con il successo delle primarie di cui si deve prendere atto; dall’altro, la forza dei sindacati che rischiano di ‘assorbirè il ruolo dei partiti politici nei confronti dei lavoratori». Secondo Giordano, il Prc e la sinistra radicale rischiano di rimanere «schiacciati» da queste importanti novità politiche ed è quindi necessario un’accelerazione, un cambio di fase per non rimanere indietro«. »La manifestazione di sabato – ha detto ancora – assume a questo punto la caratteristica della costruzione di una nuova soggettività di sinistra con precise identità non riscontrabili nei soggetti-partner: laicità e lotta al precariato in primo luogo«. Quanto al Pd, »questo nuovo soggetto rischia di essere autoreferenziale nel centrosinistra. È un’idea di partito tutto costruito sul modello americano. Ma non per questo – ha concluso Giordano – ridurrà i suoi consensi