Ordine del Giorno sul piano di lavoro presentato dal Segretario Paolo Ferrero

Il Comitato Politico Nazionale impegna il Partito a svolgere una approfondita discussione sull’esito del voto e sul complesso della nostra proposta politica, a partire dal Documento approvato, attraverso riunioni dei Comitati Politici Federali e Regionali, attivi degli iscritti e delle iscritte.

Il Comitato Politico Nazionale impegna tutto il Partito a fare un salto di qualità nell’iniziativa sul terreno della crisi, costruendo insieme ai soggetti sociali colpiti dalla crisi, a esponenti del sindacato, dell’associazionismo, di altre forze politiche i Comitati Unitari contro la crisi, generalizzando le esperienze positive di intervento nelle vertenze e nei conflitti per la difesa dei posti di lavoro e di costruzione di solidarietà concreta, continuando la raccolta di firme sulla petizione. Un impegno che deve coinvolgere tutto il partito, i circoli di lavoro e territoriali, i livelli istituzionali, in un processo di modificazione radicale dello stesso modo di essere ed operare del partito.

Il Comitato Politico Nazionale ringrazia tutte le compagne e i compagni per l’impegno con cui hanno svolto questa difficile campagna elettorale, ringrazia le candidate e i candidati, le firmatarie e i firmatari degli appelli. Ringrazia in particolare il compagno Pietro Ingrao per la generosità e la passione politica con cui ha sostenuto la nostra lista anticapitalista e comunista. Il contributo dato dalle tante personalità del mondo del lavoro, della cultura, dell’associazionismo, del sindacato, dei movimenti è per noi una risorsa preziosa da valorizzare al massimo, costruendo momenti di confronto, ricerca e iniziativa permanenti. Un compito che è strettamente connesso alla costruzione di polo della sinistra di alternativa autonomo dal PD. Per questo proponiamo che entro il mese di luglio si svolga una grande assemblea pubblica di tutti i soggetti disponibili a costruire il polo della sinistra di alternativa, con i candidati e le candidate indipendenti, le firmatarie e i firmatari dell’appello per la lista e dell’appello femminista, le diverse realtà associative, sindacali, le reti di movimento.

Il Comitato Politico Nazionale impegna il Partito alla ripresa dell’attività politica a svolgere:

– Una conferenza programmatica degli amministratori anche in vista della costruzione di una proposta politico-programmatica per le prossime elezioni regionali.
– La Conferenza delle Lavoratici e dei Lavoratori, da tenersi entro il mese di Novembre, preparata da momenti di confronto e inchiesta nei diversi territori e realtà di lavoro e sulla base di un documento approvato da un apposito Comitato Politico Nazionale da svolgersi entro settembre.
– Un incontro con economisti, ambientalisti, esponenti del mondo del lavoro, finalizzato all’elaborazione di un piano di intervento pubblico per la piena occupazione basato sulla riconversione ambientale delle produzioni.
– Un momento di discussione che rilanci la ricerca sul terreno della rifondazione comunista, anche in vista della concretizzazione del progetto della Rivista.
– Un confronto con le altre forze della Sinistra Europea e del Gue per definire una mobilitazione continentale su una piattaforma europea per un’uscita a sinistra dalla crisi.
– Una verifica puntuale sui territori delle politiche ambientali messe in essere dalle amministrazioni locali.

(approvato a maggioranza, 1 contrario, 13 astenuti)