Ordine del giorno del Gruppo cons.re comunale di Genova del PRC su Falluja

Genova 11/11/05
Prot.268

ORDINE DEL GIORNO
“sui gravissimi fatti avvenuti a Fallujah sull’utilizzo di armi non convenzionali contro la popolazione civile”

Il Consiglio Comunale

Premesso che da un’inchiesta di Rai News 24 risulta che l’esercito statunitense ha fatto un massiccio uso di fosforo bianco contro la popolazione di Fallujah nel novembre del 2004, rendendosi responsabile di una vera e propria strage di civili inermi;

Specificato che l’MK77, denominato fosforo bianco, è un ordigno in grado di incendiare aria e produrre un fumo denso e velenoso che distrugge ogni forma di vita in un raggio di 150-200 metri;

Ricordato che l’utilizzo dell’MK77, in quanto arma chimica, è vietato dalle Convenzioni ONU;

Considerate le agghiaccianti testimonianze riportate nelle interviste in cui testimoni raccontano di aver visto corpi di donne e bambini bruciati, nonché le testimonianze di due veterani della I^ Divisione, che confermavano di aver sentito l’ordine di porre particolare attenzione nell’operazione perché sarebbe stato utilizzato il fosforo bianco che ha effetti comburenti sul corpo umano;

Tenuto conto delle dichiarazioni dei funzionari del Ministero della Difesa britannico, i quali in una lettera alla ex deputata laburista Alice Mahon (dimessasi dal partito e dal parlamento “perché non vuole fare parte di una coalizione che copre i crimini di guerra”) chiedono ufficialmente scusa “per essere stati costretti a mentire” e ammettono l’impiego del MK77 da parte dell’esercito statunitense;

esprime

una netta condanna per quanto successo a Fallujah riguardo all’utilizzo, da parte dell’esercito americano, di fosforo bianco contro la popolazione civile inerme

e impegna il Sindaco e la Giunta

• a chiedere al Parlamento Italiano di sollecitare in sede europea l’apertura di una inchiesta internazionale che chiarisca quanto effettivamente avvenuto in Iraq in questi mesi riguardo l’utilizzo di materiale bellico non convenzionale;

• a chiedere nuovamente al Governo Italiano, anche alla luce di questi fatti, l’immediato ritiro delle nostre truppe dall’Iraq.

Patrizia Poselli
Arcadio Nacini
Laura Tartarini