Odg -Reggio Emilia

Elezioni Politiche Nazionali e Amministrative
Centralità delle scelte al Comitato Politico Federale, autonomia dei circoli, pari dignità nel processo federativo a sinistra e considerazioni sulla scelta di non inserire il nostro simbolo alle elezioni politiche

Il Comitato Politico Federale del Partito della Rifondazione Comunista di Reggio Emilia

Preso atto
dell’avvio della campagna elettorale per le elezioni politiche nazionali,
segnala
agli organismi del partito competenti la propria insoddisfazione per la mancata presentazione del proprio simbolo associato agli altri alleati alle prossime elezioni politiche, una decisione non condivisa nel metodo e nel merito poiché nell’ultima Conferenza di Organizzazione a Carrara si è dichiarato che non è in discussione l’esistenza, l’autonomia ed il simbolo del nostro partito.
Se le parole hanno un senso , dobbiamo intendere che da qui in avanti , ad ogni scadenza elettorale , di qualsiasi livello si tratti , nazionale o locale , il PRC non sarà più presente in modo autonomo e col suo simbolo?
Non è un caso quindi che Mussi e Occhetto possano interpretare la cosidetta “accellerazione” del percorso unitario come l’esplicita costituzione del “Partito unico” della sinistra.
Tutto ciò sta avvenendo in uno scenario politico nazionale dove, nella americanizzazione della politica rappresentata da Berlusconi e Veltroni , con la scusa della semplificazione e della governabilità , si sta di fatto ponendo la questione della sparizione dei comunisti, per pervenire ad un quadro politico istituzionale complessivamente orientato alla “governabilità” composto da forze “responsabili e di governo” che non mettano in discussione la compatibilità con il sistema capitalistico.
Pertanto la disputa sui simboli , con il veto su falce e martello , conferma che anche questa è una questione dirimente , tutt’altro che astratta o secondaria, in quanto quel simbolo rappresenta non solo il passato ma il presente ed il futuro di una capacità di critica dell’esistente per una radicale trasformazione della società.

Il CPF di Reggio Emilia,
ribadisce pertanto che ogni decisione in tal senso deve essere assunta esclusivamente negli organismi statutariamente previsti.

Impegna
La segreteria provinciale ad inviare entro la prossima settimana a tutti i circoli una serie di indicazioni tecnico organizzative in preparazione dell’imminente campagna elettorale nazionale ed a mantenere con i circoli un contatto costante.
Invita tutti i direttivi dei circoli a mantenersi in costante contatto con l’ufficio elettorale della Federazione provinciale che sarà, fra le altre cose, immediatamente predisposto dalla segreteria in osservanza a quanto sopra; s’invitano altresì i segretari ed i componenti dei direttivi a mantenersi costantemente aggiornati tramite Liberazione
Impegna inoltre
Il segretario a convocare entro i primi di marzo un Comitato Politico Federale per fare il punto della situazione

Chiede
Agli organismi dirigenti nazionali e regionali di confrontarsi con le federazioni per la scelta delle candidature da presentare alle prossime elezioni politiche tenendo conto delle proposte che verranno espresse

Valutato che
t in corso la campagna elettorale amministrativa in un comune della provincia si invitano i circoli a proseguire nel percorso della costruzione di un soggetto politico della sinistra unitario e plurale (puntando in prospettiva a presentarci in tutti i comuni) tenendo conto delle caratteristiche e delle condizioni locali dei territori in cui operano con l’obiettivo di garantire al partito la possibilità di presentarsi adeguatamente alle elezioni amministrative al fine di avere una sempre maggiore rappresentanza istituzionale per meglio incidere sulle scelte amministrative al fine di tutelare gli interessi di cui siamo portatori.
Non deve infatti spaventare nessuno una nostra eventuale autonoma presentazione nelle competizioni elettorali in una fase così complessa e di difficile interpretazione.
Il Comitato Politico federale della Rifondazione Comunista di Reggio
Emilia

Impegna
La segreteria provinciale a costituire un autorevole nucleo di pilotaggio ( con la partecipazione di componenti del CPF) del partito per le elezioni politiche nazionali che gestisca i contatti coni partiti della coalizione arcobaleno in grado da poter dirigere il partito nel migliore dei modi in questa fase

Impegna altresì
Il prossimo CPF a nominare n. 5 suoi componenti per predisporre un proprio autonomo programma elettorale provinciale in vista delle prossime elezioni amministrative , che possa costituire la base per poter essere, proprio per la presente condizione di confusione e di incertezza, capaci, qualora fosse necessario, di presentarci anche autonomamente in ogni comune, e che possa costituire la base da cui partire , per un confronto programmatico con gli altri partiti de ” La sinistra, L’arcobaleno”, con i movimenti e con le varie aggregazioni culturali e sociali.
Qualora , sulla base di un programma condiviso, si realizzino aggregazioni elettorali, il simbolo del nostro partito , per ragioni politiche ed elettorali , deve essere comunque presente nei comuni con sitema elettorale proporzionale a doppio turno.
In tal caso , contenuti specifici, alleanze e candidati , nel rispetto dell’autonomia dei circoli, dovranno essere inquadrate in maniera armonica e rispettosa di identità, peso ed impegno dei singoli partiti.

Invita
I circoli a predisporre entro Maggio 2008 prime bozze di programmi elettorali comunali 2009, partendo dalle elaborazioni dei programmi 2004, le indicazioni del partito nazionale e provinciale e le necessità territoriali. In tali bozze si segnala l’opportunità di predisporre materiali che valorizzino il lavoro svolto dal PRC sia a livello nazionale che locale.
Si propone
sin da ora ai direttivi dei circoli di attivarsi per cominciare ad individuare possibili componenti delle prossime liste elettorali amministrative partendo da una verifica dei componenti delle liste 2004 (documentazione reperibile presso la federazione) , è necessario inoltre programmare iniziative di autofinanziamento, calendarizzandole anche oltre le campagne elettorali al fine di attrezzarsi per le amministrative 2009.

Il Comitato Politico Federale del Partito della Rifondazione Comunista
di Reggio Emilia
ricorda a tutti i compagni che percepiscono indennità economiche per cariche istituzionali in quanto rappresentanti del partito , la necessità di regolare i propri versamenti giacchè tali emolumenti sono indispensabili per poter svolgere una proficua campagna elettorale,
impegna
la Commissione di garanzia provinciale ad attivarsi affinché sia segnalata la necessità di versare quanto dovuto pena l’esclusione automatica dalle prossime candidature

Approvato con
Voti favorevoli 11
Voti contrari 3
Voti astenuti 3