NUCLEARE: IRAN; ISRAELE CONSIDERA TUTTE OPZIONI, OLMERT

«Non potremo rassegnarci ad un Iran nucleare. Tutte le opzioni sono prese in considerazione». Lo ha detto oggi il premier israeliano Ehud Olmert alla Knesset durante una deposizione di fronte alla commissione parlamentare per gli affari esteri e la difesa. Riferendo del contenuto dei propri colloqui a Gerusalemme con il presidente statunitense George Bush – e in particolare riferendosi al recente rapporto dei servizi di intelligence Usa secondo cui nel 2003 l’Iran avrebbe desistito dagli sforzi di dotarsi di armi nucleari – Olmert ha detto che «dal punto di vista di Israele l’Iran prosegue nei propri sforzi di dotarsi di una capacità non convenzionale. Bisogna ricorrere a tutti i mezzi possibili per impedirlo». Olmert ha rilevato che anche secondo Bush «l’Iran è stato e resta un pericolo». «Ho chiarito – ha detto Olmert – che Israele non può rassegnarsi a vedere un Iran nucleare, non c’è alcuna opzione che noi escludiamo a priori. Tutto quanto possa impedire la trasformazione dell’Iran in una entità nucleare rientra in un contesto legittimo» ha concluso.