Noticine 7 – Sciopero generale

Oggi è il 25 novembre? Sì. Oggi è il giorno dello sciopero generale? Sì. Sono un po’ miope, lo confesso, ma oggi – cioè ieri – ho dovuto scorrere due volte le 72 pagine dell’immenso Corriere della Sera per sapere qualcosa di questo sciopero. Vigliacca se vi ho trovato un titolo. Guardando bene, vi ho scovato un sottotitolo in prima pagina, di quelli chiari chiari – light – che quasi non li vedi; e un sottotitolo a pagina 3, sempre di quelli chiari chiari – light – che quasi non li vedi. Entrambi davano la notizia in 4 paroline: “oggi lo sciopero generale”. E tutta intera la quisquilia dello sciopero compariva dentro un articolo che mescolava insieme tante altre cose e veniva propinata con un totale di 7 righe: due nel “richiamo” di prima e 5 nel pezzo a pagina 3. Bene.

Zero sullo sciopero. In compenso, si poteva trovare un sacco di bella roba, servizi e notizie estremamente interessanti, di grande peso e attualità molto trendy, o cool, come si usa dire. Del tipo. “La Moratti cambia look: via il tailleur, scopre il golfino” (titolo a 6 colonne, pag 10; il giorno prima, analogo e più il servizio era dedicato agli “occhiali che fanno politica”, sic). “Naso a punta, occhi obliqui, l’antipatia dipende dal viso” (titolo di apertura, pag, 27). “Il vecchio frac scende dal podio. Anche i direttori d’orchestra cambiano look” (quasi l’intera pag. 29).

Certo, c’era molto altro, di tutto di più francamente, dove si poteva mai piazzare un articolo su un noioso, vetero, inelegante sciopero generale?
Non hanno spazio da buttar via, al Corriere.