Multipolarismo

Non è che la Russia incarni il nostro ideale; sia la rivoluzione di ottobre che il crollo dell’Unione sovietica sono ormai i fatti storici. Ma, dopo quasi venti anni dell’unilateralismo imperiale, mi dà un gran sollievo vedere il ritorno della potenza russa sulla scena internazionale. Infatti, così, ci sarà un po’ più di pluralismo nel mondo.In questo senso mi fa piacere anche l’affermazione della potenza sportiva della Cina nei giochi olimpici anche se giocata in casa. Spero che nel prossimo futuro anche l’India, altro gigante del mondo, dia la prova della sua forza.

Credo che il potere reale debba essere goduto da tutti gli esseri umani del pianeta in modo uguale. Spero dunque che il presidente eletto dal 4,5 % della popolazione mondiale sappia detenere solo il 4,5 % del potere nel mondo e non pretenda di impartire i suoi ordini nei monti caucasici distanti migliaia e migliaia di chilometri dal suo paese.

* Professore associato di Analisi matematica
Università di Torino.

Lettera al Manifesto
Fonte: lista Scienzaepace