La Russia proporrà agli Stati Uniti di tagliare tutti i vettori nucleari

Le autorità russe proporranno all’amministrazione americana di ridurre tutti i tipi di vettori nucleari nell’ambito di un nuovo trattato sulla limitazione delle armi atomiche che dovrebbe sostituire lo Start I. Lo ha preannunciato il capo della diplomazia di Mosca Serghei Lavrov.

La Russia e gli Stati Uniti hanno ripreso i negoziati per rinnovare lo Strategic arms reduction treaty (Start I), che scadrà nel dicembre prossimo. La Russia vuole “preservare limitazioni non solo sulle testate nucleari… ma anche su ogni tipo di vettore nucleare”, ha detto Lavrov, che venerdì prossimo incontrerà il segretario di Stato Usa Hillary Clinton. Il ministro degli Esteri ha poi precisato che le limitazioni riguarderebbero non solo le testate “schierate operativamente” ma anche i missili, i bombardieri e i sottomarini che le trasportano.

Lavrov, che ha parlato con i giornalisti durante il volo dall’Egitto alla Spagna, ha anche toccato il tema dei rapporti con l’Iran. E l’ha fatto per sollecitare Washington a negoziare con Teheran. Se si aprisse il dialogo, ha aggiunto, si contribuirebbe a risolvere lo stallo internazionale sul programma nucleare e a rafforzare la sicurezza regionale.