La Russia accusa Nato e Usa dell’arresto dei militari

ASCA-AFP) – Mosca, 3 ott – Il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov ha collegato la Nato e gli Stati Uniti all’arresto avvenuto la settimana scorsa in Georgia che ha portato al fermo di 4 ufficiali militari russi accusati di spionaggio, innescando la crisi diplomatica tra il Cremlino e Tbilisi. ”Il recente episodio dell’arresto dei nostri ufficiali – ha sostenuto Lavrov – ha avuto luogo subito dopo che la Nato ha deciso di estendere ed intensificare un piano di associazione con la Georgia e, accidentalmente, immediatamente dopo una visita di Mikhail Saakashvili a Washington Prendiamo atto della rassicurazione dei colleghi americani di un loro controllo della leadership georgiana da atti sconsiderati, ma cronologicamente tutto e’ avvenuto esattamente come ho riepilogato: viaggio a Washington, decisione della Nato, presa degli ostaggi”. (Piu’ Europa).
Red/uda