KOSOVO: BOSNIA, POLIZIA RS IN STATO ALLERTA,TIMORE INCIDENTI

La polizia della republika Srpska (Rs, entità a maggioranza serba di Bosnia) è in stato d’allerta e decisa a prevenire eventuali incidenti nel caso di proteste di massa alla eventuale proclamazione dell’indipendenza del Kosovo, prevista per questo fine settimana. Lo ha reso noto il ministero dell’interno della Rs. Spona, un movimento di 11 associazioni non governative, tra cui quella dei veterani della guerra in Bosnia (1992-95), ha annunciato ieri manifestazioni di protesta in tutta la Rs. Nel caso l’Unione europea e i paesi dell’ex Jugoslavia riconoscano l’indipendenza del Kosovo, ha annunciato ieri il presidente della Spona, Branislav Djukic, queste associazioni chiederanno al parlamento della Rs di proclamare immediatamente, senza un referendum, l’indipendenza della Rs da Sarajevo. Richieste simili, anche se meno esplicite, sono state avanzate anche dal Partito radicale della Rs, emanazione dell’omonima formazione politica della Serbia, e dal Partito democratico serbo (Sds, nazionalista). Il primo ministro della Rs, Milorad Dodik, ha dichiarato ieri che comprende le richieste della Spona, ma che le istituzioni devono con molta cautela valutare i tempi e le azioni da intraprendere. I leader serbo bosniaci da tempo si oppongono fortemente a un eventuale riconoscimento dell’indipendenza del Kosovo da parte della Bosnia e oggi il presidente del parlamento serbo bosniaco, Igor Radojicic, ancora una volta ha annunciato possibili forti contrasti tra Banja Luka e Sarajevo, perchè la Rs, ha detto, non accetterà il riconoscimento di questo nuovo stato