Iran, Ahmadinejad: no al film di Stone

TEHERAN – Il presidente iraniano, Mahmud Ahmadinejad, ha rifiutato la proposta di Oliver Stone di fare un film su di lui perché, “sebbene questo regista sia considerato un oppositore, in America anche l’opposizione fa parte del Grande Satana”. La decisione del leader di Teheran è stata annunciata oggi dal consigliere presidenziale per la stampa, Mehdi Kalhor, citato dall’agenzia Fars.

L’opinione di Ahmadinejad è quindi diversa da quella dell'”alleato” Fidel Castro, che tre anni fa si è concesso al regista americano per un lungo documentario-intervista da cui Stone ha tratto due lavori.

“Per oltre un anno – ha sottolineato Kalhor – Stone ha avanzato questa proposta per diverse vie. Anche uno o due famosi registi iraniani hanno portato questa richiesta ad Ahmadinejad”. Tuttavia, ha aggiunto il consigliere presidenziale, la risposta di Ahmadinejad è stata negativa.

“Crediamo che non ci sia né cultura né arte nel sistema del cinema americano, che è solo uno strumento” del potere, ha sottolineato Kalhor. “Il desiderio di Oliver Stone di fare questo film – ha detto ancora Kalhor – era normale, perché dal punto di vista del mondo la personalità di Ahmadinejad è attraente, e normalmente gli Stati Uniti vogliono fare film che siano nel loro interesse dal punto di vista finanziario e politico. Sicuramente Stone pensava a questo”.