Interrogazione dell’on. Alberto Burgio sulle tutele ai lavoratori delle amm.ni penitenziarie

Interrogazione a risposta immediata in Commissione 5-00257
presentata da ALBERTO BURGIO
mercoledì 4 ottobre 2006 nella seduta n.047

BURGIO, ROCCHI e DE CRISTOFARO. – Al Ministro del lavoro e della previdenza sociale. – Per sapere – premesso che:

in data 19 dicembre 2004, 46 contabili e 45 educatori sono stati assunti nel servizio del Dipartimento, dell’Amministrazione Penitenziaria con contratto a tempo determinato e con rapporto di lavoro a tempo pieno, per la durata di dodici mesi dalla data di sottoscrizione del contratto, prorogati fino al 31 dicembre 2006, ai sensi dell’articolo 1 comma 247 della legge n. 266 del 2005;

tale assunzione ha avuto luogo a seguito di un pubblico concorso per titoli ed esami il cui bando è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 7 del 27 gennaio 2004, 4 serie speciale;

questo personale ha regolarmente svolto, per oltre diciotto mesi, la propria attività presso diversi Istituti penitenziari di quattro regioni del Centro-nord (Lombardia, Piemonte, Liguria, Toscana), svolgendo mansioni essenziali per il regolare funzionamento delle istituzioni;

risulta inoltre agli interroganti che:

a) l’articolo 1 comma 247 della legge n. 266 del 2005, ha espressamente previsto la possibilità di «indire procedure concorsuali per assicurare con carattere di continuità la prosecuzione delle attività svolte del personale precario»;

b) tutta la procedura relativa alla stabilizzazione di questo personale, opportunamente attivata dal DAP è attualmente giacente presso il Ministero per la funzione pubblica, senza che se ne conoscano ad oggi tempi e termini di svolgimento;

c) per la stabilizzazione di questi lavoratori, che pure hanno già superato una regolare prova concorsuale di carattere pubblico, si profila per contro l’ipotesi di un ulteriore concorso pubblico esterno, da bandire nell’ambito delle procedure previste per la creazione di nuovi settemila posti di lavoro nei ruoli della pubblica amministrazione disposta dalla legge finanziaria del 2006 -:

quali iniziative il Governo intenda assumere per tutelare i diritti dei lavoratori coinvolti nella vicenda.