«In Iraq addestrai gli inglesi a usare il fosforo»

Tim Collins, il colonnello comandante delle truppe britanniche in Iraq che giocò un ruolo chiave durante l’invasione, addestrò i suoi soldati all’uso del fosforo bianco, la sostanza chimica che brucia la carne finché c’è ossigeno nel corpo. La rivelazione contraddice la
versione del governo di Tony Blair secondo cui il fosforo venne usato solo per creare cortine fumogene.
Prima di lasciare il teatro di guerra iracheno un anno fa, Collins è stato l’ufficiale militare di più alto profilo nella zona intorno a Bassora. Ha raccontato del forforo nel suo libro Rules of Engagement (Regole di ingaggio). In un paragrafo spiega come addestrò le truppe del Royal Irish Regiment in previsione di un’attacco denominato «Operation Fury» (Operazione Furia), pianificata per l’aprile del 2003. L’operazione consisteva nel mettere a punto il migliore die modi per stanare «nemici» da zone urbane, setacciando casa dopo casa, eliminando tracce di vita. Nel discutere il tipo di armi da usare, Collins scrive: «La stella dello psettacolo era un nuovo tipo di granata presa in dotazione dalle truppe l’estate prima. Aveva il potere di distruggere completamente l’interno di una stanza dove veniva gettata. Ho addestrato i soldati ad usarla, quand’era possibile, insieme al fosforo bianco dato che il fumo e il caldo hanno l’effetto di stanare qualsiasi nemico mentre la granata a frammentazione provvede a fare a pezzi i corpi».
Come osserva il Sunday Telegraph, che ha intervistato Collins per chiedergli chiarimenti sull’uso del fosforo bianco, l’addestramento descritto corrisponde alla tecnica praticata dagli americani cosidetta «shake and bake» (letteralmente scuotere e cuocere al forno) che consiste nello stanare con l’uso del fosforo che brucia e simultaneamente distruggere con la granata a frammentazione. «Ho addestrato le truppe all’uso del fosforo bianco contro le forze irachene», ha detto Collins- «Shake and bake è una tattica ben conosciuta. La usammo già all’epoca della guerra delle Falklands. Se vuoi strizzar fuori qualcuno da un edificio non c’è sostanza migliore del fosforo bianco. Combattiamo un nuovo tipo di guerra. È ora che il mondo se ne renda conto». La scorsa settimana, come già riportato da L’Unità, il ministro alla Difesa Reid disse che le truppe britanniche avevano fatto uso di fosforo, «ma solo per creare cortine fumogene». Le dichiarazioni di Collins confermano invece che l’addestramento è avvenuto col chiaro intento di usare il fosforo in combattimento. «Operation Fury» apparentemente fu cancellata. Ma resta il dubbio se le tecniche illustarte da Collins siano state usate in altre azioni. Un giornalista del Telegraph che si trovò con gliUsa a Fallujia conferma (ma solo adesso) che il fosforo bianco venne usato: «Gli insorti non erano visibili. Una volta che i comandanti erano soddisfati che non c’erano civili venina lanciato l’ordine: “shake and bake”. Era un refrain che veniva accolto con grida di gioia dai soldati».