Il Consiglio d’Europa respinge la risoluzione contro il comunismo

Dichiarazione di Fausto Sorini

“Grazie anche ai numerosi messaggi di protesta (tra cui il nostro dell’area di “Essere comunisti”, pubblicato nel sito della mozione), la Commissione politica del Consiglio d’Europa, riunitasi a Parigi il 13 settembre scorso, non ha accolto la proposta di “risoluzione internazionale contro i crimini del comunismo” che avrebbe dovuto essere sottoposta all’approvazione dell’Assemblea parlamentare del Consiglio nella sessione di ottobre e ha deciso di rinviarne l’esame a data da destinarsi.

La proposta di risoluzione ha avuto il consenso di 5 membri della Commissione ed il parere contrario di oltre una ventina. La questione non è certo risolta una volta per tutte, ma solo rinviata (rinviata è stata pure la contestuale risoluzione contro ogni “apologia del nazismo”); è però indubbio che si tratta di un risultato positivo e significativo, dovuto alla mobilitazione congiunta di numerose forze comuniste, progressiste e democratiche europee, che va tenuta ferma ed estesa”.