Gli Stati Uniti inaugurano una base navale in Honduras

Traduzione a cura de l’Ernesto online

I governi di Stati Uniti e Honduras hanno inaugurato una base navale nel dipartimento nord-orientale di Gracias a Dios, alla frontiera con il Nicaragua, con il pretesto di combattere il narcotraffico.

L’ambasciatore statunitense Hugo Llorens ha detto durante la cerimonia che il suo paese ha investito due milioni di dollari nelle costruzioni, oltre ad avere donato quattro imbarcazioni e aver assicurato consiglieri.

Llorens ha spiegato che la base è composta da un edificio multifunzionale, da un centro di comando che contribuisce ad aumentare la capacità di ricezione del personale e da un molo per l’attracco delle lance di pattugliamento.

Questa installazione garantisce una presenza strategica e tattica che permetterebbe l’individuazione del traffico di droga al largo di tutta la costa nord-orientale dell’Honduras.

Secondo fonti ufficiali, la base sarà coordinata dalla Forza Navale dell’Honduras, assistita da ufficiali del Comando Sud dell’esercito statunitense.

Gli Stati Uniti possono contare anche sulla base aerea di Coronel Soto Cano, a Palmerota, nel dipartimento centrale di Comayagua, che permette l’atterraggio di aerei di grande portata, grazie alla larghezza della sua pista.

A questa installazione venne condotto inizialmente il presidente Manuel Zelaya poco dopo il suo rovesciamento da parte delle forze armate il 20 giugno scorso.

Nel corso della cerimonia, il presidente, Porfirio Lobo, ha raccomandato a Llorens di trasmettere al presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, “il ringraziamento per questo magnifico contributo, che rappresenta un grande passo nella lotta al narcotraffico”.

Il dipartimento Gracias a Dios è considerato il più povero del paese.