Giovanni Pesce: un atto progressita

Caro direttore,
la destra ha portato il Paese al disastro economico e sociale. Ha portato il paese in guerra. In questo contesto, potrebbe essere sottovalutata la ventata oscurantista e antiresistenziale che in questi anni il mondo della cultura, nella sua parte democratica e antifascista, ha dovuto affrontare. Così non deve essere… In quest’ottica, quindi, la richiesta di nominare Giovanni Pesce senatore a vita assume un connotato altamente progressista. La sua vita rappresenta la storia dell’Italia che si riscatta, che riprende il tricolore gettato nel fango dal fascismo. La sua storia rappresenta la storia della parte migliore dell’Italia, l’Italia che lavora e lotta per la pace, la libertà, la piena sovranità.

Enrico Lobina
Cagliari