Giovanni Pesce: i valori della Resistenza in Parlamento

Caro direttore,
tempi oscuri. La Costituzione nata dalla Resistenza, la democrazia e i diritti dei lavoratori, che avevamo pensato di aver conquistato per sempre, sembrano sfaldarsi attorno a noi giorno dopo giorno. Berlusconi, Pisanu, Fini, i leghisti: sono al governo uomini che mai avremmo pensato, nemmeno nei nostri pensieri più neri, potessero un giorno governarci. Incredibilmente in molti sono tornati a difendere idee e storie che pensavamo ormai chiuse nel loro stesso orrore: il fascismo, il duce, i repubblichini, il nazismo. In tutto ciò, l’idea che il grande gappista Giovanni Pesce possa essere nominato senatore a vita rappresenta di per sé una speranza nuova. Mandiamo il compagno Pesce al Senato, appoggiamo con tutta la nostra forza la proposta perché la Resistenza e i suoi valori sono il passato e rappresentano il futuro.

Marco Amagliani – assessore regionale Prc Marche
Massimo Marcelli Flori – consigliere comunale Prc, Falconara Marittima
Renzo Amagliani – consigliere provinciale Prc Ancona
Gianfranco Pistola – partigiano, Falconara Marittima